Archivio mensile settembre 2012

DiSegretario

Il Parlamento della Legalità al Quirinale per l’apertura dell’Anno Accademico

Nella splendida cornice del cortile d’Onore del Quirinale , in occasione dell’Inaugurazione dell’Anno scolastico 2012/2013 il Presidente del Centro Studi Parlamento della Legalità Nicolò Mannino ha incontrato, in un clima cordiale e di reciproca stima, il Ministro del Lavoro Elsa Fornero per presentare le molteplici iniziative svolte in questo anno passato dal movimento e confrontarsi sul futuro dei giovani.Il Ministro Fornero ha elogiato il cammino culturale intrapreso ed ha assicurato una sua Visita alla sede Nazionale del Parlamento della Legalità ( a San Cipirello). “Avete fatto un bel cammino culturale e sono certa che porterà i suoi frutti- ha detto il Ministro Fornero a Nicolò Mannino- Ho sempre pensato di venire dalle vostre parti e desidero visitare la sede del Parlamento della Legalità e accompagnare il vostro cammino culturale”. Quale futuro per i giovani ? La domanda è stata subito accolta dal Ministro che ha assicurato ogni sforzo da parte del suo Ministero e del Governo tutto di poter attivare tutte quelle iniziative che vedono i giovani divenire protagonisti della Vita del Paese.Lo stesso messaggio è stato sottolineato dal Presidente della Repubblica nel suo discorso ai tanti studenti presenti alla manifestazione.

 

Mons.Antonio Staglianò, Vescovo della Diocesi di Noto, componente della Commissione Cultura e Comunicazione Sociali della C.E.I e Guida spirituale del Centro Studi Parlamento della Legalità ha partecipato con il Pres. Nicolò Mannino all’Inaugurazione dell’Anno Scolastico presso il Cortile d’onore del Quirinale, portando il suo messaggio e la sua “solarità” a tanti studenti che hanno “colorato” questo singolare e annuale appuntamento di impegno e di gioia.

Un saluto cordiale al Ministro della Pubblica Istruzione, Università e Ricerca Francesco Profumo il quale ha assicurato al Vescovo di una delle Diocesi più belle ( anche dal punto di vista artistico) d’Italia di visitare quanto prima la terra del “Barocco siciliano”, poi l’incontro con Maria Falcone, sorella del magistrato Giovanni Falcone assassinato venti anni fa dai carnefici della mafia.

Un dono gradito, una dedica scritta di suo pugno nel cortile d’Onore del Quirinale da un “Uomo Grande” che la lotta alla mafia la fa con fatti e parole chiare.

Stiamo parlando del Procuratore Nazionale Antimafia PIERO GRASSO il quale avvicinato in modo semplice e familiare ha avuto parole di stima e di affetto verso i tanti componenti del Centro Studi Culturale Parlamento della Legalità e proprio perchè conosce le nostre iniziative non ha esitato a prendere copia della Costituzione della Repubblica Italiana ( che si trovava in tutti gli zaini blu con la scritta “Tutti a scuola” omaggiati dal Ministro della Pubblica Istruzione Francesco Profumo,) e DEDICARLA a ciascuno di NOI.
E poi la firma.
Un modo chiaro e inequivocabile per dire che crede in noi,
nel nostro cammino, nella caparbietà che forse oggi ci contradistingue tra mille problemi dove l’antimafia della retorica cerca di assassinare le speranze dell’antimafia vera.
Questa dedica, questo dono, questa firma si commentano da soli.
A tutti i componenti del Centro Studi Parlamento della Legalità il dono di avere accanto persone meravigliose come il Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso, donne come Caterina Chinnici, Vescovi come Mons. Antonio Staglianò che credono e ci sostengono sul cammino intrapreso a testa alta e con la fede nel cuore.

Un GRAZIE di cuore lo indirizziamo a tutto lo staff del Direttore generale del MIUR, in primis la dott.ssa Giovanna Boda e tutti i collaboratori, per averci invitato a un appuntamento così singolare, curato nei minimi particolari con professionalità e stile, che solo nel pensarlo passa alla storia.

DiSegretario

Mamme per sempre, mamme di angeli volati via per mano assassina

Gli occhi dei bambini ci guardano e ci scrutano l’anima.

Facciamolo per loro…diciamo NO alla violenza e a tutte le mafie.
Dio ci chiederà conto delle nostre azioni , ma ancor più dei nostri silenzi.

Noi li ricordiamo così, alle porte di Verona.

Manifesto Mamme Per Sempre

DiSegretario

Con la MAGISTRATURA SEMPRE……per ridare Libertà alla nostra terra di Sicilia.‏

“La mafia è un fenomeno umano e come tale avrà un inizio e una fine”.

E noi ne siamo certi.

 

E’ grazie all’incoraggiamento ed al sostegno di uomini come Francesco Messineo  Procuratore della Repubblica presso il tribunale di Palermo e capo della DDA  e Ignazio De Francisci Procuratore Aggiunto della Repubblica di Palermo già Presidente onorario del Centro Studi Parlamento della Legalità che il nostro movimento culturale non smette di crederci e continua a promuovere i sani valori della Vita.

Proprio per questo motivo raggiungeremo tutte le città d’Italia che vorranno condividere con noi questo percorso formativo per presentare il nostro nuovo Progetto Culturale per l’Anno Accademico 2012 – 2013 :

“Ambasciatori di Vita dai banchi di scuola per le vie dell’uomo”

DiSegretario

Oltre il Buio… L’alba

[youtube]http://youtu.be/KAgVbtETUgg[/youtube]

Video Realizzato da : Marco Rapisardi

DiSegretario

Parlamento della legalità al Quirinale

Martedi 25 settembre il centro studi Parlamento della Legalità, partecipa all’inaugurazione dell’anno scolastico 2012/2013

presso il cortile d’onore del Quirinale, con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Ministro della Pubblica Istruzione Francesco Profumo e delegati del Mondo Scuola.

DiSegretario

Nell’eternità di un’ora

[youtube]http://youtu.be/ws7jDtCS60g[/youtube]

Video Realizzato dagli studenti del Liceo Artistico “R.Guttuso” di Bagheria

DiSegretario

Nicola Mannino

[youtube]http://youtu.be/P9Jc8l0DWbM[/youtube]

 

Video Realizzato da : Marco Rapisardi in omaggio alle iniziative al parlamento della legalità

DiSegretario

Capaci…di Crederci

I loro occhi hanno fissato l’AMORE e nessuno ha potuto ingannare il loro modo di Essere. Cristiani forti, autentici, credibili, caparbi,innamorati dell’Amore.

Al CENTRO della loro storia solo il BENE COMUNE con lo sguardo fissato sul CROCIFISSO, inno che segue il RISORTO. E’ Pasqua: che i nostri occhi sappiano guardare Lui, il Vivente che non morirà mai più, che “non per scherzo ci ha amato” e ricorda che chi fa finta di niente e agisce senza Dio , un giorno non lontano “volgerà lo sguardo a Colui che ha trafitto”.

Spicchiamo il volo verso la VERA PASQUA , quella dei poveri e dei timorati da Dio, non quella del consumismo e della retorica, quella che soffoca e che non fa scorgere le luci dell’Alba.

LUI E’ GIA’ VIVO nei tanti che sanno dare la vita per un grande ideale…anche nella solitudine e nella povertà-

Spicchiamo il volo…è tempo di Gioia e di Libertà

DiSegretario

ADERISCI, DIFFONDI e PASSA PAROLA

PRESENTAZIONE PROGETTO FORMATIVO CULTURALE AMBASCIATE DI VITA

Carissimi amici,alla domanda di un giornalista incuriosito dal suo concreto e coerente impegno antimafia negli anni di piombo, Rocco Chinnici puntando il dito verso un bambino che giocava col triciclo nel balcone di fronte il suo, con determinazione disse :”LO FACCIO PER LUI…”-
Questa voce, questo gesto, questa determinazione ci convincono e ci spronano a non abbassare la guardia e a leggere il grido di verità e giustizia negli occhi smarriti ma altrettanto puri e belli di migliaia di alunni/e.
Grazie ai messaggi del Capo dello Stato, del Ministro della Pubblica Istruzione e di tanti uomini delle Istituzioni, il Centro Studi Culturale Parlamento della Legalità ripropone il progetto formativo culturale:
“Le Ambasciate della Vita: dai banchi di scuola sul sentiero dell’uomo”.
Propongo alla Vostra preziosa attenzione questi allegati invitandoVi a collaborare attivamente con quel semplice spirito di bellezza e di servizio che contradistinguone le vere “Sentinelle dell’Infinito”.
Non parlo ai vostri titoli, alla vostra carriera e alle etichette che servono il tempo che passano, faccio solo appello al Vostro cuore e a quel sentimento di luminosità che alberga nella vostra anima.
PASSIAMO dalla retorica ai fatti, dal dire al fare, dalla predica alla testimonianza.
GUARDIAMO negli occhi i tanti bambini, adolescenti, giovani, che ormai distinguono le parole di plastica da quelle del cuore, dalle frasi fatte ai messaggi che sanno di vita e di bellezza.

FACCIAMOLO PER…anzi, CON LORO-

La storia ci chiede il nostro contributo e se ci crediamo, l’appello arriva davanti a un Dio che non scherza e sta a guardare la scalata dei furbi poichè ama udire l’Inno meraviglioso di una Donna che canta “Ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili- Ha ricolmato di bene gli affamati, ha rimandato i ricchi a mani vuote”…

I nostri giovani sono AFFAMATI di Amore, di Speranza, di Libertà, di Vita, di Onestà, di Fede, di “cose” Vere.

A noi accompagnarli nella ricerca, nello studio, nella bellezza dell’avventura verso l’Infinito,proponendo loro un progetto formativo che li vede protagonisti nel potenziare le qualità naturali per essere autentici ambasciatori di una cultura di creatività a “colori”- come amava ripetere il giudice Antonino Caponnetto ( primo Presidente Onorario del nostro movimento culturale)-
Prendete in considerazione questi allegati, esaminateli attentamente, se siete nel mondo scuola proponeteli al collegio dei docenti, alle Presidenze-
Se invece fate parte di associazioni ed enti istituzionali aderite nella costituzione nel vostro territorio a una SEDE DI RAPPRESENTANZA del “Parlamento della Legalità” e successivamente insediare UN’AMBASCIATA che richiami un VALORE al positivo che vi piace e che volete condividere in seno alla collettività dove vi trovate con altri cittadini che credono che lamentarsi , accusare, criticare NON SERVE…anzi si danneggia e si avvelena l’ambiante, bloccandone la crescita formativa e permettendo al sottosviluppo e all’ignoranza di miete vittime gratuitamente-

NO, questo a noi non piace e non ci ritroviamo in un codice esistenziale che distrugge e annienta la dignità dell’uomo.
CON VOI tutto sarà più vero, perchè dove ce il cuore ce l’amore e l’Amore crea Vita e Fratellanza.
Firmiamo insieme il Protocollo di Intesa Culturale-

Questo progetto lo pongo nel vostro cuore, sicuro che dopo averlo esaminato comprendiate come la tiratura NON E’ regionale bensi’ NAZIONALE-
BENVENUTI allora, cooperiamo insieme , affinchè la supplica del salmista trovi il miracolo che parta in noi “Misericordia e Verità si incontreranno/Giustizia e Pace si baceranno”.
Non è utopia, bensì CERTEZZA.
Buon Anno Scolastico a tutti…

DiSegretario

Identikit della STELLA nel logo del Parlamento della Legalità

Molti si sono posti una domanda in questi anni di adesione al Centro Studi Parlamento della Legalità: “Cosa…CHI sarà mai quella stella che brilla in un nastro azzurro?”.
La “P” porta i colori della bandiera, del TRICOLORE Italiano, la “L” è resa luminosa e splendida con quel pezzo di trinacria e i colori della Sicilia.
La FASCIA azzurra richiama quel pezzo di CIELO, di Libertà, di INFINITO che accompagna i nostri ideali e la nostra azione in difesa dei grandi valori della Vita che sono a-temporali.
E poi la STELLA:
Non può che essere LEI, Maria di Nazareth, la Madre di Gesù e dell’Umanità tutta…LEI, la “STELLA DEL MATTINO” che indica la via verso l’eterna nostalgia dell’Infinito che in Lei è entrato a far parte della e nella storia della salvezza.
Maria, Stella del Mattino, così cantata e pregata dai suoi figli nella litania mariana, nel canto del popolo che cerca nel volto e nel cuore della Madre la dolcezza e la fermezza del Figlio che ha scelto la più Povera dell’Umanità per renderLa “Beata”, Ambasciatrice di Pace, Madre della Parola che va oltre la logica del dare per avere MARIA STELLA DEL MATTINO, Luce che illumina e anticipa il “Giorno senza tramonto”, la certezza di chi cerca per essere trovato, di chi invoca l’amore di una Madre per arrivare ad abbracciare l’Amore Trinitario di chi sa che tutto si svolge sotto lo sguardo di un Dio che cerca uomini semplici e liberi, che non piegano le ginocchia ai grandi di questa terra ma sanno alzare lo sguardo nel buio della notte e scorgere lassù la STELLA, colei che non indica se stessa ma qualcun’ALTRO.
A Maria affidiamo il nostro cammino, a Lei la nostra filiale preghiera affinchè alle tante parole vuote e che sanno solo di supplica e richiesta, si aggiunga un solo “Eccomi”…il resto lo farà Lui con Lei, Stella del Mattino.
Nicolò Mannino
Presidente Centro Studi Culturale Parlamento della Legalità

DiSegretario

Nella Valle dello Jato – GIORNATA NAZIONALE DELLA LEGALITA’

Più di venti pulman di studenti da ogni parte della sicilia si sono dati appuntamento della valle dello Jato per celebrare la Giornata Nazionale della Legalità, a pochi chilometri dal Giardino della Memoria dove è stato trucidato e sciolto nell’acido il piccolo Giuseppe Di Matteo, studente di seconda media vittima di un “pentimento” di unn padre prima mafioso e poi collaboratore di giustizia.
Studenti, docenti, autorità del mondo scuola ( presenti a nome del Ministro della Pubblica Istruzione la dott Patrizia Carrozza, il direttore genereale delll’ufficio scolastico regionale Maria Luisa Altomonte), personalità del mondo politico come il vice Presidente della Commissione Sicurezza e Criminalità del Lazio Pino Palmieri, il Presidente della Commissione Regionale Antimafia della Sicilia Lillo Speziale, il magistrato Caterina Chinnici, …e tanti ancora , hanno colorato di entusiasmo e bellezza il primo giorno di primavera ridando voce al pensiero di Paolo Borsellino “Possono spezzare uno, due tre fiori ma nessuno impedirà la primavera”.
Canti, poesie, balli, riflessioni e preghiere hanno avuto la meglio nella Chiesa Madre di San Cipirello, mentre la piazza e il corso principale era un tappeto di giovani studenti che cantavano l’amore alla vita e un inno ai valori della Legalità, dell’amore verso i poveri più poveri-

DiSegretario

Il Presente appartiene a quelli che credono nella bellezza dei loro sogni

Messaggio per iniziare INSIEME il nuovo anno scolastico 2012/2013

Il calendario ne segna l’inizio, la campanella apre il cancello dove le speranze e i sogni iniziano a comporsi sui banchi di scuola in attesa che gli studenti fanno la loro parte in difesa di un presente dove la storia si studia ma non tutti la fanno.
Inizia un nuovo anno scolastico e vorremmo tutti che fosse una bella “avventura” in una “palestra di vita” dove lo studente potesse arrivare con tanto entusiasmo, sentendosi sempre più accolto, capito,compreso, accettato, pronto a mettere a disposizione del gruppo classe il suo talento naturale per arricchire la vita di tanti e quindi la sua.
Recita un saggio dei nostri giorni “i giovani cinguettano secondo quanto hanno sentito i vecchi cantare” e non può che essere cosi: a noi il compito di saper comunicare con entusiasmo non frasi fredde e pezzi di libri ingialliti dai ricordi,bensì azioni culturali dove la bellezza dell’alunno e la preparazione del docente trovano casa nell’atrio del Sapere dove l’ignoranza e la presunzione non hanno diritto di accesso poichè dove ce luce le tenebre del pessimismo si frantumano da se.
Ripartire con ottimismo, dunque, certi che finchè abbiamo la speranza il futuro ci attende.
Bisogna saper scorgere nella profondità della propria anima quella massima “Cammina sulle orme dell’Arcobaleno ,cammina sulla scia della musica e tutto intorno a te sarà bellezza . Sull’arcobaleno c’è una via d’uscita da qualunque nebbia oscura”.
Se così sarà i volti dei nostri studenti comunicheranno luce e bellezza viva poichè non saranno succubi di nozioni fredde e non dovranno subire il terrore di una interrogazione mnemonica,bensì apriranno mente e cuore a una compartecipazione per divenire “cittadini” attivi in un ambiente scolastico che ti sa scorgere il tutto oltre lo steccato del limite.
E che tutto ciò sia fatto con amore poichè “come l’acqua rimanda il volto al volto ,così il cuore rivela l’uomo all’uomo”.
auguri, allora…ma di cuore.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com