Archivio mensile agosto 2017

DiPietro Dragone

A Maria Stella del Mattino affidato il Primo Convegno Nazionale del Parlamento della Legalità Internazionale

Il nostro pensiero, in questi giorni di fermento in vista del Primo Convegno Nazionale che si terrà a Monreale, non può non andare alla Vergine Maria, Stella del Mattino.

Nicolò Mannino, fermo in preghiera

“A lei ho affidato il nostro primo convegno nazionale del Parlamento della Legalità Internazionale” ha dichiarato Nicolò Mannino che ultimamente l’ha visitata in pellegrinaggio.

Il Presidente si è recato in preghiera davanti il capezzale che raffigura il sacro cuore di Maria, la vergine a tutti nota come la Madonna delle lacrime poiché ha realmente lacrimato, e questo miracolo è stato preso in considerazione da San Giovanni Paolo II che si recò al suo cospetto, pregando e ringraziandola della sua protezione durante l’attentato perpetrato nei suoi confronti.

Più  volte la nostra azione sociale e la nostra stessa voglia di riscatto deriva dalla speranza che Maria, vergine e madre, ha ispirato nel cuore del Presidente Nicolò Mannino.

E’ lei che sovrasta, stella del mattino, a otto punte, il tempio del dialogo rappresentato dal nostro simbolo.

A Lei va il nostro affetto e i Lei riponiamo tutte le lacrime di pianto e di gioia racchiuse nel nostro cuore.

Così a lei Preghiamo:

Ave Maria stella del mattino, Tu che hai vegliato questa notte per noi, prega per noi che cominciamo questo giorno, prega per noi per tutti i giorni della vita, Ave maria.

Madre di tutti mostraci tuo Figlio che tu hai portato nel tuo seno per noi, nato per noi per liberarci dalla morte morto per noi per ricondurci nella vita,

Ave Maria Piena di grazia, segnaci la via, dov’è la vita preparata per noi, chiedi per noi misericordia dal Signore chiedi per noi che ci sia data la Sua pace.

Amen.

DiPietro Dragone

Antonino la Barbera, un pilastro del Parlamento della Legalità Internazionale

Roma – Sempre fedele al suo incarico di Coordinatore Culturale della Regione Lazio, Antonino la Barbera, già Vice sovrintendente della Guardia di Finanza, ispeziona le librerie romane alla ricerca del libro “Io non c’ero“.

Libro scritto a quattro mani dal nostro presidente Nicolò Mannino e dal giornalista Rai Pino Nazio, che in quest’anno ha collaborato a più riprese con la nostra associazione.

Al suo interno anche le collaborazione dei nostri studenti delle diverse regioni d’Italia, che pur non avendo conosciuto personalmente Giovanni Falcone e Paolo Borsellino esprimono – in semplicità di cuore – le loro considerazioni e riflessioni.

Il testo è arricchito dalla prefazione del Ministro della Giustizia Andrea Orlando.

Antonino la Barbera si riconferma come un solido pilastro sul quale si fonda l’attività culturale del Parlamento della Legalità Internazionale.

Non a caso, già insignito della prestigiosa onorificenza di Cavaliere della Repubblica, la Barbera ha intrapreso al nostro fianco e ormai da anni, un cammino culturale di impegno civile vissuto e specialmente nel mondo scolastico e del volontariato in tutta Italia.

Sono infatti numerose le segnalazioni lodevoli delle sue capacità e della sua voglia di spendersi concretamente sul territorio nella lotta alle mafie durante l’Anno Accademico 2016 – 2017.

Anche il Coordinatore Lazio si è posto in questo anno intenso e pieno di attività “Cosa sanno i giovanissimi di Falcone e Borsellino?” e sempre si è impegnato per essere testimone esauriente del messaggio di amore e speranza veicolato dall’associazione.

E’ per questo motivo e per la sua encomiabile dedizione alla causa della lotta alla mafia che Antonino la Barbera sente come una vocazione intima, che dobbiamo, come Parlamento della Legalità Internazionale, ringraziare e rendere pubblico il suo operato per la società italiana.

DiPietro Dragone

Senato e Camera con il Parlamento della Legalità Internazionale a Monreale

Dopo che il Presidente del Senato, nonché Presidente onorario del Parlamento della Legalità Internazionale, l’On. Pietro Grasso si è vivamente complimentato dimostrando la sua sensibilità verso le tematiche della lotta alle mafie al fianco delle nuove generazioni, arriva dal Senato della Repubblica il prezioso patrocinio di cui si fregerà il primo convegno nazionale dell’associazione antimafia che si terrà a Monreale.

In questi giorni il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ci ha scritto facendoci pervenire il suo sostegno e la sua vicinanza al nostro progetto, dicendosi contento del Convegno Nazionale e appoggiandoci pienamente per “fare squadra” contro il fenomeno mafioso.

“Per noi si tratta di un riconoscimento importantissimo – dice Nicolò Mannino, presidente del Parlamento della Legalità Internazionale – che arriva dopo anni di impegno nella lotta per un’Italia migliore e senza la cultura mafiosa”.

Di qualche giorno fa invece, l’adesione e la cessione del patrocinio della Camera dei Deputati da parte della Presidente della Camera Laura Boldrini e della Fondazione Falcone, pervenutaci con una lettera di ringraziamento di Maria Falcone indirizzata al presidente Nicolò e a tutto il lavoro che il Parlamento della Legalità svolge sul territorio nazionale.

L’evento, sino ad ora, si fregia dell’alto patrocinio della Camera dei Deputati e della presenza dell’Arcivescovo di Monreale, Mons. Michele Pennisi, guida spirituale del Parlamento della Legalità Internazionale e Componente della Commissione della Giustizia e della Pace in Vaticano.

Per la realizzazione concreta dell’organizzazione, fondamentale si sta dimostrando l’impegno del vice presidente Salvo Sardisco, animato dalla passione per la lotta alla mafia che da anni caratterizza questo pilastro granitico del movimento.

Sono numerossissimi gli amici del Parlamento della Legalità Internazionale che da tutte le regioni d’Italia stanno manifestando la loro volontà di partecipare al primo convegno della storia del nostro movimento culturale che si terrà nelle due giornate dell’8 e del 9 settembre presso la città di Monreale.

Ci giunge notizia che diversi giovani studenti e ragazzi  arriveranno dalla Lombardia, dal Veneto, dalla Puglia, dalla Campania e da ogni regione italiana aderente al Parlamento della Legalità Internazionale, per poter raggiungere quello che si prefigura come un primo colorato e gioioso raduno nazionale di quanti non smettono, nonostante tutto, di credere nel riscatto dalla prepotenza e dalla corruzione.

Il cuore del Convegno sarà il Centro di Spiritualità della Diocesi di Monreale “Centro Maria Immacolata” a Poggio San Francesco. Lì, da tutto il territorio nazionale, perverranno gli amici e aderenti del Parlamento della Legalità Internazionale, guidati dai coordinatori culturali regionali, per riflettere sul tema “Coerentemente liberi”.

Il nostro movimento ha intrapreso ormai da anni un cammino culturale vissuto appieno in tutta Italia e specialmente nel mondo scolastico e del volontariato. “Abbiamo accolto – ha dichiarato il prof. Mannino – tantissimi giovani e non, che credono in una cultura di speranza e di riscatto per il nostro Paese. Vogliamo rilanciare questa nostra Italia partendo dai grandi valori della vita come Legalità, Fraternità, Solidarietà e Accoglienza, è giunto il momento di confrontarci e dare vita a un Raduno Nazionale.”

Nicolò Mannino e Pino Nazio a Montecitorio lo scorso 5 giugno

Durante le giornate saranno presentate le linee guida del progetto formativo culturale da vivere nell’Anno Accademico 2017 – 2018.

Infine, come coronamento culturale del percorso di quest’anno, ci sarà la presentazione del libro “Io non c’ero” scritto a quattro mani dal nostro presidente Nicolò Mannino e dal giornalista Rai Pino Nazio, che in quest’anno ha collaborato a più riprese con la nostra associazione.

Parte fondamentale del libro è dovuta alla collaborazione dei nostri studenti delle diverse regioni d’Italia, che pur non avendo conosciuto personalmente Giovanni Falcone e Paolo Borsellino esprimono – in semplicità di cuore – le loro considerazioni e riflessioni.

Il testo è arricchito dalla prefazione del Ministro della Giustizia Andrea Orlando. Hanno assicurato la loro presenza diverse personalità del mondo socio – politico – istituzione e principalmente la società civile e i giovani che seguono con entusiasmo il cammino culturale del nostro movimento.

DiPietro Dragone

Con i giovani di Siracusa, “Profeti in tempo di crisi”

Oggi il Presidente Nicolò Mannino farà visita ai giovani dell’Azione Cattolica del campo estivo organizzato dal responsabile diocesano dell’Azione Cattolica Don Andrea Zappulla, che ha già manifestato la volontà di aderire al Parlamento della legalità internazionale.

Il campo estivo è in corso presso il Seminario estivo di Siracusa “Villa San Metodio” a Canicattini Bagni, sede storica dell’Azione Cattolica diocesana e luogo di dolci e meravigliosi ricordi. Si tratta di un evento importante, e sicuramente il più atteso dai giovani e giovanissimi di Azione Cattolica, perché significa ritornare a vivere i giorni più belli e significativi di un anno associativo intero.

Numerosi giovani da tutta la diocesi di Siracusa saranno presenti all’incontro, reso possibile grazie allo zelo sacerdotale di Don Andrea Zappulla. Il centro della giornata sarà la riflessione sul tema “Profeti in tempo di crisi”.  Il campo estivo è momento di conclusione ma anche ottimo punto di partenza per il nuovo anno associativo che si sviluppa attorno ai temi trattati insieme.

È per questo che il nostro Presidente Nicolò Mannino porterà ai giovani del Campo estivo la sua esperienza e l’esperienza degli amici del Parlamento della legalità internazionale, come testimonianza che anche nei momenti più bui si può essere profeti di speranza, di amore e di solidarietà.

Non bisogna però, fermarsi solo alle parole, ma, coerentemente e coraggiosamente, sentire sempre nel cuore i propri ideali e prendere saldamente nelle proprie mani il timone della nostra vita e passare ai fatti.

Essere sempre sia profeti che speranza viva per il prossimo, per chi non crede più e non ha più speranza che una nuova alba, più radiosa possa sempre sorgere.

Questo nell’atto pratico dell’esperienza del Parlamento della legalità internazionale si è sempre tradotto con la valorizzazione dei talenti dei giovani, dei ragazzi e degli studenti che in quanto colpiti delle avversità sociali e della crisi, sono stati valorizzati attraverso la possibilità di potersi esprimere negli ambiti di interesse.

E questo, nell’ottica di un futuro lavorativo ma anche in funzione della vita associativa.

Vivere l’esperienza di vita all’interno di un gruppo compatto e unito è altamente formativo e serve a staccare la spina per ritrovare se stessi, gli amici sparsi per tutta la diocesi, ma soprattutto cercare e trovare Dio.

 

DiPietro Dragone

Dedica del Magistrato Nino Di Matteo al Parlamento della Legalità Internazionale

Una giornata piena di incontri, quella di ieri a Roma per il Presidente Nicolò Mannino.

Prima con l’On. Polverini che garantisce la sua presenza al I° Convegno Nazionale del PdLI e successivamente con il Segretario Generale del SAPPE, il Dott. Donato Capece che lo accoglie nella sede del sindacato della Polizia Penitenziaria.

Al termine dalla giornata ultimo incontro con il Magistrato Nino Di Matteo che in segno di gratitudine per il lavoro svolto dall’associazione firma al presidente una dedica.

Il Magistrato Nino Di Matteo è presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati di Palermo dal 2012 ed è sotto scorta per motivi di sicurezza legati alla sua mansione professionale.

Il nostro movimento ha intrapreso ormai da anni un cammino culturale vissuto appieno in tutta Italia e specialmente nel mondo scolastico e del volontariato e sempre in collaborazione con le istituzioni di cui Nino Di Matteo è eccellente rappresentante.

Abbiamo accolto  tantissimi giovani e non, che credono in una cultura di speranza e di riscatto per il nostro Paese. Vogliamo rilanciare questa nostra Italia partendo dai grandi valori della vita come Legalità, Fraternità, Solidarietà e Accoglienza.

La dedica recita così. “Al Presidente e a tutti i componenti del Parlamento della Legalità Internazionale, nella certezza della condivisione dello stesso sogno di giustizia e verità – Nino Di Matteo”.

 

DiPietro Dragone

L’On. Polverini e il Segretario Generale del SAPPE, dopo Camera dei Deputati e Fondazione Falcone, al fianco del progetto del Parlamento della Legalità Internazionale

Avevamo già dato in questi giorni la notizia che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, tramite una chiamata, ha fatto pervenire il suo sostegno e la sua vicinanza al nostro progetto, dicendosi contento del Convegno Nazionale e appoggiandoci pienamente per “fare squadra” contro il fenomeno mafioso.

Nelle ultime ore stanno arrivando numerosissime altre adesioni al progetto del Primo Convegno Nazionale del Parlamento della Legalità Internazionale che si terrà nelle due giornate dell’8 e del 9 settembre presso la città di Monreale.

Ieri il presidente Nicolò Mannino ha incontrato l’onorevole Renata Polverini, vice presidente del XI commissione lavoro pubblico e privato, ha assicurato la sua presenza al convegno nazionale, per un cammino culturale a difesa della dignità dell’uomo a partire dal lavoro e dalla cultura del riscatto.

Sempre nella giornata di ieri, il prof. Mannino è stato accolto dal Segretario Generale del SAPPE Donato Capece nella sede del sindacato della Polizia Penitenziaria in via Trionfale 79 a Roma.

Un incontro ricco di stima e ammirazione reciproca nella condivisione di un cammino culturale in difesa della giustizia e della legalità nel nostro Paese.

Al Dott. Donato Capece omaggiati il libro IO NON C’ERO, che verrà presentato a settembre durante il Convegno di Monreale, mentre lo stesso ha consegnato a Mannino del prezioso materiale del SAPPE che andrà ad arricchire la sede del Parlamento della legalità internazionale.

Di qualche giorno fa invece, l’adesione e la cessione del patrocinio da parte della Fondazione Falcone, pervenutaci con una lettera di ringraziamento di Maria Falcone indirizzata al presidente Nicolò e a tutto il lavoro che il Parlamento della Legalità svolge sul territorio nazionale.

Anche il Presidente del Senato, nonché Presidente onorario del Parlamento della Legalità Internazionale, l’On. Pietro Grasso si è vivamente complimentato dimostrando la sua sensibilità verso le tematiche della lotta alle mafie al fianco delle nuove generazioni.

Sono numerossissimi e continueranno a crescere, gli amici del Parlamento della Legalità Internazionale che da tutte le regioni d’Italia stanno manifestando la loro volontà di partecipare al primo convegno della storia del nostro movimento culturale .

 

 

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com