Senato e Camera con il Parlamento della Legalità Internazionale a Monreale

DiPietro Dragone

Senato e Camera con il Parlamento della Legalità Internazionale a Monreale

Dopo che il Presidente del Senato, nonché Presidente onorario del Parlamento della Legalità Internazionale, l’On. Pietro Grasso si è vivamente complimentato dimostrando la sua sensibilità verso le tematiche della lotta alle mafie al fianco delle nuove generazioni, arriva dal Senato della Repubblica il prezioso patrocinio di cui si fregerà il primo convegno nazionale dell’associazione antimafia che si terrà a Monreale.

In questi giorni il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ci ha scritto facendoci pervenire il suo sostegno e la sua vicinanza al nostro progetto, dicendosi contento del Convegno Nazionale e appoggiandoci pienamente per “fare squadra” contro il fenomeno mafioso.

“Per noi si tratta di un riconoscimento importantissimo – dice Nicolò Mannino, presidente del Parlamento della Legalità Internazionale – che arriva dopo anni di impegno nella lotta per un’Italia migliore e senza la cultura mafiosa”.

Di qualche giorno fa invece, l’adesione e la cessione del patrocinio della Camera dei Deputati da parte della Presidente della Camera Laura Boldrini e della Fondazione Falcone, pervenutaci con una lettera di ringraziamento di Maria Falcone indirizzata al presidente Nicolò e a tutto il lavoro che il Parlamento della Legalità svolge sul territorio nazionale.

L’evento, sino ad ora, si fregia dell’alto patrocinio della Camera dei Deputati e della presenza dell’Arcivescovo di Monreale, Mons. Michele Pennisi, guida spirituale del Parlamento della Legalità Internazionale e Componente della Commissione della Giustizia e della Pace in Vaticano.

Per la realizzazione concreta dell’organizzazione, fondamentale si sta dimostrando l’impegno del vice presidente Salvo Sardisco, animato dalla passione per la lotta alla mafia che da anni caratterizza questo pilastro granitico del movimento.

Sono numerossissimi gli amici del Parlamento della Legalità Internazionale che da tutte le regioni d’Italia stanno manifestando la loro volontà di partecipare al primo convegno della storia del nostro movimento culturale che si terrà nelle due giornate dell’8 e del 9 settembre presso la città di Monreale.

Ci giunge notizia che diversi giovani studenti e ragazzi  arriveranno dalla Lombardia, dal Veneto, dalla Puglia, dalla Campania e da ogni regione italiana aderente al Parlamento della Legalità Internazionale, per poter raggiungere quello che si prefigura come un primo colorato e gioioso raduno nazionale di quanti non smettono, nonostante tutto, di credere nel riscatto dalla prepotenza e dalla corruzione.

Il cuore del Convegno sarà il Centro di Spiritualità della Diocesi di Monreale “Centro Maria Immacolata” a Poggio San Francesco. Lì, da tutto il territorio nazionale, perverranno gli amici e aderenti del Parlamento della Legalità Internazionale, guidati dai coordinatori culturali regionali, per riflettere sul tema “Coerentemente liberi”.

Il nostro movimento ha intrapreso ormai da anni un cammino culturale vissuto appieno in tutta Italia e specialmente nel mondo scolastico e del volontariato. “Abbiamo accolto – ha dichiarato il prof. Mannino – tantissimi giovani e non, che credono in una cultura di speranza e di riscatto per il nostro Paese. Vogliamo rilanciare questa nostra Italia partendo dai grandi valori della vita come Legalità, Fraternità, Solidarietà e Accoglienza, è giunto il momento di confrontarci e dare vita a un Raduno Nazionale.”

Nicolò Mannino e Pino Nazio a Montecitorio lo scorso 5 giugno

Durante le giornate saranno presentate le linee guida del progetto formativo culturale da vivere nell’Anno Accademico 2017 – 2018.

Infine, come coronamento culturale del percorso di quest’anno, ci sarà la presentazione del libro “Io non c’ero” scritto a quattro mani dal nostro presidente Nicolò Mannino e dal giornalista Rai Pino Nazio, che in quest’anno ha collaborato a più riprese con la nostra associazione.

Parte fondamentale del libro è dovuta alla collaborazione dei nostri studenti delle diverse regioni d’Italia, che pur non avendo conosciuto personalmente Giovanni Falcone e Paolo Borsellino esprimono – in semplicità di cuore – le loro considerazioni e riflessioni.

Il testo è arricchito dalla prefazione del Ministro della Giustizia Andrea Orlando. Hanno assicurato la loro presenza diverse personalità del mondo socio – politico – istituzione e principalmente la società civile e i giovani che seguono con entusiasmo il cammino culturale del nostro movimento.

Info sull'autore

Pietro Dragone administrator

Condivisioni
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com