Archivio dei tag Angelino Alfano

DiPietro Dragone

Il Ministro Alfano a Nicolò Mannino in occasione del Primo Convegno Nazionale del Parlamento della Legalità Internazionale

Riceviamo e pubblichiamo un  saluto da parte del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Angelino Alfano, in occasione del I Convegno Nazionale del Parlamento della Legalità Nazionale.

“Egregio Presidente,

Ritengo che la cultura sia l’arma più potente a nostra disposizione, la pietra angolare su cui innalzare un futuro fatto di legalità ma anzitutto di speranza e amore per la vita.

Bisogna educare le giovani generazioni al dialogo, al confronto costruttivo, puntare sulla conoscenza, sulla cultura. Solo promuovendo la formazione di una società civile consapevole si può contrastare ogni forma di illegalità.

E’ solo insieme, con un costante impegno, che porteremo avanti questa formidabile missione: formare lo spirito critico, accendere ed alimentare il desiderio di cambiare nonostante le avversità, non arrendendosi mai.

Questa è davvero una missione ed il mio auspicio è che i giovani abbiano l’entusiasmo e il fervente desiderio di essere protagonisti!

Mi rivolgo a voi e vi dico di non aver paura né delle difficoltà che affliggono il mondo, né delle vostre idee che possono contribuire a cambiare in meglio la realtà.

E se la realtà vi appare scoraggiante, allora vi dico: prendete in mano il vostro futuro e, in prima persona impegnatevi in politica per cambiarla. Non restate mai indifferenti ed inerti!

L’augurio che vi rivolgo è di restare sempre liberi e pronti a difendere, senza paura, le vostre idee e i vostri valori per contribuire a formare un mondo migliore con immaginazione, entusiasmo e passione!”

DiPietro Dragone

Nicolò Mannino con i Ministri Alfano e Lorenzin accolto alla Farnesina

Il Parlamento della Legalità Internazionale nella veste del suo Presidente, il prof. Nicolò Mannino incontra il Ministro degli Affari Esteri e della cooperazione internazionale, Angelino Alfano.

L’incontro che si è tenuto ieri presso la Farnesina tra Alfano e Mannino è stata l’occasione, cercata da tempo dal Ministro degli Esteri, di conoscere e accogliere calorosamente il progetto del movimento culturale antimafia fondato dal prof. Mannino “sotto le spoglie del giudice Paolo Borsellino”.

Il fulcro dell’incontro istituzionale al quale si è poi aggiunto il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, è stato incentrato sul percorso culturale inserito nell’ambito dei progetti scolastici di molte scuole d’Italia e che mira a sensibilizzare gli studenti appartenenti a scuole di ogni ordine e grado sui temi della legalità e della lotta alle mafie.

“Noi vogliamo dare voce ai giovani – ha detto Mannino – affinché attraverso la loro voce questo Paese possa davvero voltare pagina e chiudere definitivamente la porta in faccia alla corruzione e all’omertà. I giovani del Parlamento della Legalità Internazionale sono costruttori di ponti tra le diversità.”

“Quello che da anni insegno è la “semplice” regola d’oro “fai agli altri ciò che vuoi sia fatto a te e non fare agli altri ciò che non vuoi venga fatto anche a te”.

Il perno intorno al quale ruotano infatti tutte le finalità dell’associazione è che i giovani possano sviluppare i loro talenti per metterli al servizio della collettività in maniera gratuita e con amore verso gli ideali che ben venticinque anni fa portarono al martirio dei giudici Falcone e Borsellino, ma non solo.

Un grande incoraggiamento e una grande gratitudine sono stati dimostrati dal Ministro degli Esteri Alfano nei confronti del progetto del Parlamento della Legalità Internazionale attraverso il quale il prof. Mannino compie la sua missione nelle scuole e trai giovani infondendo loro coraggio e valori.

Anche il Ministro della Salute Lorenzin ringrazia di tutto il lavoro svolto fin’ora e incoraggia ché molto di più venga fatto, offrendo collaborazione al Presidente del Parlamento della Legalità Internazionale.

Presente all’incontro anche il Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e dei Trasporti, la Senatrice Simona Vicari.

Pietro Dragone

 

DiPietro Dragone

Prossimamente il Ministro Alfano incontrerà Nicolò Mannino

Palermo 23 Gennaio 2017 – Prossimamente il Ministro Alfano incontrerà Nicolò Mannino. «Il Ministro degli Esteri Angelino Alfano prossimamente incontrerà il Presidente del Parlamento della Legalità Nicolò Mannino per un “faccia  a faccia” sempre ricco di stima reciproca, di una già assodata amicizia più che decennale e un coordinare iniziative che richiamano quei principi saldi del vivere alla luce dei valori che sono i pilasti portanti della nostra Costituzione. 

Ma con Nicolò Mannino si richiamano anche i valori che fanno capo al Kerigma della Vita poiché è specializzato in Teologia Spirituale con una tesi che dà splendore a una delle figure meravigliosamente uniche nella famiglia ecclesiale quale don Tonino Bello già Presidente Nazionale di Pax Christi infatti, Nicolò Mannino, concludendo i suoi studi presso la Pontificia Università dell’Antonianum di Roma-Vaticano, ha avuto il massimo dei voti con la tesi completata e consegnata sul tema “Spiritualità e Politica nella vita e nelle opere di Don Tonino Bello”. E’ proprio alla figura di questo “Vescovo del Popolo”, Nicolò Mannino ha subito orientato lo sguardo per dar vita al Parlamento della Legalità Internazionale che vede la partecipazione di diversi coordinatori culturali in Lombardia, Toscana, Emilia Romagna, Veneto, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata e Sicilia. Prossimamente si varcheranno le Alpi per andare in Svizzera nel mondo universitario e anche in altre nazioni dell’Europa.  Angelino Alfano che ben conosce l’azione culturale e credibile di Nicolò Mannino (nella foto) già da quando era coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia, ancor prima di divenire Ministro della Giustizia e poi su, su, fino ad arrivare al Ministero degli Esteri, ha più volte incoraggiato il cammino culturale del Parlamento della Legalità (oggi Internazionale) tant’è che da Ministro dell’Interno più volte ha fatto sentire la sua presenza e vicinanza a Nicolò.

“Il ministro Angelino Alfano – precisa Nicolò Mannino – sicuramente oggi essendo agli “Esteri”, può trovare nel Parlamento della Legalità Internazionale un ottimo interlocutore per far sentire dalla nostra bella Italia una voce che arrivi al cuore di tutti gli uomini e le donne che sapendosi cittadini del mondo possono insieme unire talenti, volontà e zelo per riscoprire quanto detto da Papa Francesco nella Enciclica “Laudato Sii”, cioè coabitare da fratelli nella “Casa Comune” che è il mondo, questo mondo che va tutelato, rispettato, salvaguardato e amato”. Da come Nicolò Mannino parla del Ministro Alfano si vede che c’è rispetto, stima e ammirazione.

“Desidero ringraziare Angelino Alfano – sottolinea Nicolò Mannino – per tutte le volte che ci ha incoraggiato e sostenuto con un messaggio nel non facile cammino sul sentiero della legalità e della giustizia. Non ultimo per quanto ha concretamente fatto per aver dialogato con il Consiglio dei Ministri dell’ultima riunione di dicembre per non buttare in mezzo la strada ben 519 padri e madri di famiglia che attendevano il rinnovo del contratto di lavoro. Questi sono fatti che piacciano o no che convincano o no. Noi come Parlamento della Legalità Internazionale abbiamo come obiettivo il dare voce e concretezza alle speranze dei giovani, ai poveri più poveri, far nostre le aspettative di chi attende una politica di servizio e non di poltrone perché crediamo – sottolinea Nicolò Mannino – che la sera quando ogni uomo e ogni donna va a riposare, la propria conoscenza lo interpella e per molti le nottate sono in bianco proprio per non aver fatto il loro dovere di figlio di un Dio che non dimentica e vede tutto, e verso il quale si renderà conto di ogni azione e principalmente di ogni silenzio che uccide”. Nicolò Mannino, prossimamente, in un tavolo di riflessione con il Ministro Angelino Alfano, proporrà tutte quelle strategie culturali da mettere in campo in Europa per coordinare iniziative che vedono al centro la dignità dell’uomo e i suoi bisogni.  Intanto in casa Parlamento della Legalità Internazionale si prepara il progetto culturale della settimana della legalità 2017 – dal 14 al 21 marzo – che vedrà una significativa delegazione di questo movimento apartitico, interconfessionale e interreligioso, essere accolto da Sua Eminenza Mons. Francesco Coccopalmerio, Presidente del Pontificio Consiglio per i testi legislativi (Ministro della Giustizia della Santa Sede) per riflettere sul tema “Il Linguaggio della Pace e della Giustizia nel Kerigma della Speranza”.

Sicuramente, durante il colloquio tra Angelino Alfano e Nicolò Mannino si parlerà anche di queste iniziative visto che il movimento ha inaugurato il suo anno accademico lo scorso 17 novembre a Palazzo Giustiniani, al Senato, e più volte è stato accolto nella sala dei Gruppi Parlamentari a Montecitorio. Lo scorso 16 marzo a Papa Francesco, durante l’udienza in Piazza San Pietro, Nicolò Mannino ha consegnato il logo del Parlamento della Legalità Internazionale inciso su cristallo. Di una cosa siamo certi: l’incontro tra Alfano e Mannino porterà ottimi frutti per la crescita culturale del nostro Paese proprio perché da più di venticinque anni Nicolò gira l’Italia in lungo e in largo per incoraggiare chi ci crede che “nessuna notte sarà cosi lunga da impedire al giorno di ritornare”» .

 

Giuseppe Longo

DiSegretario

Auguri del Presidente della Camera dei Deputati e del Ministro dell’Interno

Carissimi Soci e Amici,
proprio in clima familiare, con quella semplicità che contraddistingue il nostro stare insieme, desidero porgervi gli Auguri pervenuti dal Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini e dal Sig. Ministro dell Interno Angelino Alfano.
Tante sono le lettere e i messaggi pervenuti in questi giorni, specie dal mondo ecclesiale, come la benedizione al nostro cooperare espressa paternamente da Mons. Antonio Staglianò -Vescovo della Diocesi di Noto,  Mons. Antonino Raspanti -Vescovo della Diocesi di Acireale. Un
Grazie sentito a tutti e nello specifico al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il quale, avendo ricevuto dal sottoscritto un’accurata e ampia documentazione sulle attività svolte (a titolo gratuito e con tanto amore), avendo visionato il progetto di ricerca “L’Italia è ancora un Paese bellissimo… ma ha bisogno di te”, ci ha consegnato la prestigiosa medaglia dal Quirinale quale segno di rappresentanza del Capo dello Stato che ci è vicino e incoraggia il cammino culturale intrapreso.

Il tutto accompagnato dalla lettera che ci autorizza, quando portiamo avanti le iniziative in programma per questo progetto, a scrivere “Medaglia del Presidente della Repubblica”.
A tutti un affettuoso, fraterno GRAZIE e un 2015 secondo i desideri del vostro animo.
alfano boldriniNicolò Mannino
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com