Archivio dei tag Roma

DiPietro Dragone

Piera Levi-Montalcini con noi a Montecitorio per l’inaugurazione dell’A.A.

La Dott.ssa Ing. Piera Levi-Montalcini sarà con noi a Montecitorio presso la Sala dei Gruppi Parlamentari per l’inaugurazione dell’Anno Accademico del movimento culturale Parlamento della Legalità Internazionale. La manifestazione si terrà  Venerdi 3 Novembre 2017 alle ore 15:00.

La Dott.ssa Ing. Levi-Montalcini è la nipote del Premio Nobel per la medicina Rita Levi-Montalcini. Laureata in ingegneria elettronica, dal 1978 dirige la sua azienda, che produce controlli numerici per macchine utensili e robot. Ricopre inoltre il ruolo di presidente dell’omonima associazione che rappresenta la sua famiglia. Dal 1996 vicepresidente della Fondazione Levi-Montalcini onlus.

Piera Levi-Montalcini insieme a Pietro Dragone, responsabile nazionale della comunicazione del PdLI

Ha subito risposto positivamente all’invito a partecipare a questo importante evento del nostro movimento culturale. Si è detta “contenta di essere stata invitata ad un evento che vede nei giovani il principale motore propulsore”.

Quest’anno infatti oltre a tanti personaggi pubblici sono attesi anche studenti, dirigenti scolastici, imprenditori, uomini delle forze dell’ordine, sindaci, amministratori e artisti da diverse città d’Italia per abbracciare tutti coloro che hanno risposto positivamente all’invito di Nicolò Mannino a essere presenti a questo appuntamento in un luogo di alto prestigio culturale.

“Sono contenta – ha dichiarato la Levi-Montalcini – che ci si impegni ancora a favore della legalità e che si combattano le mafie con la cultura”. In rappresentanza dall’associazione che porta avanti il nome della sua famiglia, l’Ing. Piera Levi-Montalcini è molto impegnata a portare gli insegnamenti della zia nelle scuole e tra i ragazzi. Con una particolare predilezione per le giovani studentesse, che “non devono farsi condizionare dalle differenze di genere e puntare in alto con i propri sogni”. Seguendo così l’esempio della “zia Rita”.

Oltre all’impegno sociale c’è anche quello politico e civile.

Inizia la sua carriera politica a Ferrere, dove il padre e le zie avevano trascorso le loro estati dal 1910 fino a quando le leggi razziali non privarono gli ebrei di ogni loro diritto e proprietà. Suo zio Manno, fu per molti anni Sindaco e Podestà di Ferrere. Piera Levi-Montalcini si candidò nella lista civica del Sindaco uscente, e viene eletta come Vice Sindaco. Incarico che ricoprirà dal 1999 al 2001.

In seguito sarà consigliere comunale del comune di Torino dal 2001 fino ad oggi. Tra i ruoli più importanti che la Dott.ssa Levi-Montalcini ha ricoperto spiccano quelli come membro della Commissione Speciale per le Pari Opportunità Uomo-Donna e quello della Commissione Speciale XX Giochi Olimpici Invernali 2006.

Sarà una inaugurazione che grazie alla nipote del Premio nobel si arricchirà ancora di più sul piano della cultura e della scienza. Con tantissime altre sorprese.

L’iniziativa, come già detto, ha il merito di coinvolgere i giovani in progetti di cittadinanza attiva al fine di renderli sempre più responsabili della vita sociale e politica del nostro Paese. Abbiamo il dovere di insegnare, difendere e promuovere questi valori e di dimostrare con azione concrete il nostro essere cittadini onesti e testimoni dei valori assoluti e inviolabili, che trovano la loro più alta espressione nella Carta Costituzionale.

Se crediamo che un mondo migliore è possibile, che vale la pena mettersi in gioco per una cultura di vita, se abbiamo sentito il pianto dei poveri e il grido di disperazione di chi è nell’indifferenza, allora accogliamo questo invito “indirizzato non alla carica – sottolinea Mannino – che rivesti o alle etichette che spesso si scollano con il tempo, ma  rivolgo alla tua persona questo invito per essere insieme a credere che “nessuna notte può essere cosi lunga da impedire al giorno di ritornare”.

E quest’alba di luce e di bellezza desidero vederla sorgere con te che hai un cuore umano.

“Mai, come in questo momento, registriamo tanto affetto, impegno, stima e ammirazione” commenta il presidente.

Da diverse parti d’Italia, da Novara a Firenze, da Pisa a Roma, da Taranto a Lecce, dalla Basilicata alla Sicilia confluiranno a Montecitorio tutti gli amici del Parlamento della Legalità Internazionale, e insieme anche all’illustre Piera Levi-Montalcini, che in questi anni hanno accolto profondamente dentro di se il messaggio di amore e speranza trasformandolo in concrete azioni sociali.

DiSegretario

A Montecitorio per dire NO al Terrorismo e tutte le mafie in Europa

Salvo Sardisco ha proprio fatto un ottimo lavoro insieme al Segretario Nazionale del Parlamento della Legalità Giovanni D’Alascio: entrambi hanno guidato la delegazione presso la sala stampa di Montecitorio dove si è svolta una interessante riflessione sul tema “Educare alla legalità e cittadinanza attiva contro il terrorismo e tutte le mafia in Europa”.

Ad accogliere le decine di giovani e personalità ci ha pensato Nicolò Mannino, Presidente del Parlamento della Legalità, l’On. Fucsia Nissoli, deputato Italo – Americana  insieme al Questore della Camera dei deputati Stefano Dambruoso magistrato noto per il suo impegno contro il terrorismo in chiave internazionale e coordinatore culturale del Parlamento della Legalità in Lombardia.

Accanto a loro il professore Carlo Pacella, Presidente della Cooperativa Studi parlamentari e Ricerche Sociali,e l’avv Antonio Boccia docente di “diritto del lavoro” all’Università dell’Albania.
“Occorre riflettere e cooperare insieme affinchè l’educazione alla legalità non smetta mai di interessare la vita di ogni giovane e di ogni cittadino che crede in una cultura di riscatto- ha sottolineato Nicolò Mannino. Insieme possiamo tanto”.
Parole di elogio al cammino culturale svolto dal Parlamento della Legalità sono state poi espresse dal Questore della Camera  dei Deputati Stefano Dambruoso che ha marcato come la politica in questi anni sta facendo ilsuo compito di servire e coordinare le aspettative del cittadino senza mai fare di tutta l’erba un fascio.
L’On. Fucsia Nissoli ha dato l’arrivederci a New York al Parlamento della Legalità omaggiando una statuetta della Libertà, famoso monumento americano, mentre il professore Pacella ricordava l’urgenza di educare alla vita e di non mollare mai quando si tratta di vedere la storia con gli occhi dei giovani.
Salvo Sardisco e Giovanni D’Alascio hanno poi consegnato ai partecipanti arrivati da Valmorea (Como) da Roma, Palermo, Catania, gli attestati di riconoscimento e partecipazione con la certezza di un arrivederci per continuare il cammino intrapreso a fianco di tanti giovani che dall’IISS. “Francesco Ferrara ” ( sede del Parlamento della Legalità Multietnico) hanno portato la splendida rivista del “Ferrarino ” per omaggiarla proprio a Montecitorio facendo sentire quel “fresco profumo di Libertà” che arriva dai banchi di scuola del capoluogo siciliano.
Durante la manifestazione un Grazie di cuore è stato manifestato a Irma Missaglia e Nicola Liboni per quanto fanno ogni giorno presso la Comunità SIM-PATIA , tre giovani provati dal dolore dove però le “briciole di Vita ” diventano- grazie a loro- inno di speranza e di gioia.
DiSegretario

Anche Roma ha la sede di Rappresentaza del Parlamento della Legalità con il Referente per i Rapporti con le Istituzioni: il prof. Carlo Pacella

Una personalità di alto spessore culturale impegnato da sempre nel sociale, specie nel mondo universitario e alla cura di progetti che mirano ad educare le coscienze di ogni cittadino che ama lo Stato di Diritto e sa essere propositivo a favore di una cittadinanza attiva ovunque si trovi nel nostro Paese (leggi Italia): stiamo parlando del prof. Carlo Pacella con il quale da mesi è nata una forte e incisiva collaborazione culturale mettendo al centro lo sviluppo sociale e il bene della collettività specie del mondo giovanile partendo da tutte quelle iniziative che fanno capo al mondo scuola.

Di Carlo Pacella non si scrive bensì bisogna solo incontralo, fermarsi, parlare e programmare iniziative culturali con onestà intellettuale, semplicità di cuore, professionalità accreditata prima con la propria coscienza e poi tanta cultura perché  -come lui ama ripetere- “Ho visto più lontano degli altri, perché stavo sulle spalle dei giganti” (J. Newton)-

Chi sono questi giganti? semplice: subito il pensiero corre a uomini dello spessore di Rocco Chinnici, Rosario Livatino, Giovanni Paolo II, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino…e perché non al  papà attento e premuroso che con sacrifici assicura lo studio e la crescita socio-culturale del proprio figlio?  Perché non deve essere la mamma, il docente, l’impiegato che non piega le ginocchia dinnanzi a nessun compromesso e sa che la dignità non conosce gli sconti di fine stagione?

Gigante, forse, è colui che non ha un prezzo, che ascolta la voce del cuore sintonizzata sempre con quella della propria coscienza, che sa piangere con i deboli e non arrossire di vergogna se dinnanzi a un pubblico “firmato” si presenta nella sua semplice ed essenziale identità di cittadino logorato dalla crisi.

Siamo tutti giganti quando la libertà non la si vende per libertinaggio e quando dinnanzi a noi c’è sempre e ancora cielo per volare.

Carlo Pacella in questo è maestro “di vita”, tant’è che incontrandoci e dopo diversi dialoghi, dopo aver firmato il Protocollo di intesa Culturale con la Cooperativa Studi Parlamentari di cui è giustamente e meritatamente Presidente, ha dato a noi l’opportunità di avere nella Capitale ( leggi Roma) la sede di Rappresentanza e di Accoglienza del Centro Studi Culturale  Parlamento della Legalità – Viale America 93- Zona Eur .

Dallo scorso 30 novembre 2013, in apertura Anno Accademico 2013/2014, il prof. Carlo Pacella è Collaboratore di Presidenza e Referente per i Rapporti Istituzionali.

In calendario tante iniziative che vivremo in diverse città d’Italia, non ultima l’organizzazione della “TRE GIORNI PER LA VITA” che partirà il 20 Marzo da Palermo, il 21 Marzo a Roma, il 22 Marzo a Como.

All’amico fraterno Carlo, un GRAZIE di cuore da tutti Noi che crediamo in una cultura di Bellezza, di Speranza e di Riscatto.

IMG-20140116-WA0016 IMG-20140116-WA0018

DiSegretario

Il Pres. del Senato Piero Grasso e il V.Dir del TG1 David Sassoli , Soci Onorari del Parlamento della Legalità – Un comune impegno contro tutte le mafie e i suoi derivati

Mannino_Grasso_Sassoli_01

Il Presidente del Senato Piero Grasso e David Sassoli – membro della commissione CRIME Parlamento Europeo e V.Dir del TG1 da Domenica 17 marzo sono Soci Onorari del Centro Studi Culturale Parlamento della Legalità.
La consegna dell’attestato con una motivazione alquanto singolare che richiama il costante impegno culturale in difesa dei valori della vita, è avvenuta nel Teatro Golden di Roma a due passi da San Giovanni in Laterano in occasione del Consegno organizzato da “Impegno Civile” l'”ADMI” e il Centro Studi Culturale Parlamento della Legalità.
A presentare il nostro movimento, peraltro noto e apprezzato dal già Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso, l’amico e giornalista Rai Pino Nazio il quale nel coordinare con professionalità stile e sobrietà gli interventi ha illustrato ai tantissimi che affollavano la il teatro, le linee guida del nostro movimento presente in diverse città d’Italia con un seguito giovanile e non solo che sta scrivendo una pagina di storia a “colori”.
Piero Grasso e David Sassoli hanno accolto con entusiasmo e disponibilità a collaborare la loro nomina a Soci Onorari del Parlamento della Legalità sapendo già che lo scorso 8 marzo anche Maria Falcone ha aderito a questo cammino culturale con questa nomina , madrina è Caterina Chinnici figlia del fondatore del pool antimafia Rocco Chinnici ucciso dalla mafia trent’anni fa, guida spirituale è Mons. Antonio Staglianò Vescovo della Diocesi di Noto e componente della Commissione Cultura e Comunicazione Sociali della C.E.I.
“Stiamo facendo semplicemente il nostro dovere di cittadini che credono nel risveglio delle coscienze e della democrazia – ha detto Nicolò Mannino fondatore e presidente del nostro movimento- e oggi sapere che al nostro fianco ci sono persone meravigliosamente vere e coerentemente impegnate in questo cammino culturale di riscatto, come l’amico Piero Grasso e David Sassoli, ci onora”.
Tantissimi hanno chiesto di aderire a questo iter formativo  già tracciato da grandi uomini che hanno dato la vita e preso anche nella Capitale sarà inaugurata una sede di rappresentanza del Parlamento della Legalità.

Gruppo Roma - Impegno Civile - ADMI - Parlamento

Piero Grasso Socio Onorario

Mannino_Sassoli

Teatro Golden Nazio Grasso Mannino Sassoli

  Alessio Gaglio
Segretario Naz. Parlamento della Legalità

DiSegretario

Mons. Alberto TRICARICO, Nunzio Apostolico Vaticano aderisce al Centro Studi Parlamento della Legalità:”E’ un movimento utile e necessario …”

Mons. Alberto TRICARICO , Arcivescovo titolare di Sistronia, Nunzio Apostolico – Vaticano, già addetto stampa della Segreteria di Stato di Sua Santità, ha aderito al Centro Studi Parlamento della Legalità divenendone Socio Onorario e forte sostenitore del progetto formativo culturale “poiché – dice l’Altro Prelato del Vaticano – sono contento che esiste questo movimento utile e necessario per la promulgazione dei valori della Speranza e dell’Evangelizzazione poiché condivido lo zelo e il coraggio del suo fondatore Nicolò Mannino che ho avuto la gioia e l’opportunità di conoscere in questo evento della Giornata della Memoria”. Mons. Alberto TRICARICO ha partecipato al Convegno”Dalla memoria alla Legalità, organizzato dal Parlamento della Legalità, con il Patrocinio della Regione Lazio, presso l’Auditorium di via Conciliazione (a due passi dal Vaticano) proprio lo scorso 26 gennaio portando il suo saluto e il suo pensiero a favore della vita apprezzando quanto il Parlamento della Legalità sta svolgendo su territorio nazionale e internazionale.
“Apprezzo gli obiettivi e le finalità di questo movimento – ha precisato Mons. TRICARICO, ricevendo la nomina dal Presidente Nicolò Mannino – poiché… chi non progredisce regredisce.  Apprezzo e incoraggio il cammino culturale del Parlamento della Legalità – ha ribadito il Nunzio Apostolico – perché alimenta, con costanza e impegno serio insieme a tantissimi studenti e giovani, la fiamma della Speranza”.
Già addetto stampa della Segreteria di Stato di Sua Santità, Mons. Alberto TRICARICO ci racconta la sua storia vocazionale e le esperienze di Evangelizzazione come Nunzio Apostolico in Canada , Stati Uniti, Messico , Argentina, Venezuela,Colombia, Perù, Ecuador, Spagna, Portogallo, Danimarca, Svezia,Norvegia, Finlandia, Polonia, Groenlandia, Russia, Ucraina, Giorgia, Armenia, Cambogia, Kazakistan, Vietnam, Malesia, India, Giappone, Nuova Zelanda…”Il concetto e la Testimonianza di Vita della Legalità è sempre più ostacolata. Se ne predica tanta se ne pratica poca. Auguro di cuore – sottolinea Mons. Alberto – a tutti i componenti del Centro Studi Parlamento della Legalità, ogni successo per continuare a propagandare la conoscenza e la coscienza di questa essenziale virtù sociale e che trovi sempre persone che incoraggino il progetto culturale che il Parlamento della Legalità propone con le diverse Ambasciate fondate su tutto il territorio nazionale e anche all’estero ( vedi Ambasciata della Pace che ad aprile troverà casa in una scuola di 1700 studenti a Mosca) e che mirano al bene comune e all’evangelizzazione che fa capo al Vangelo del Risorto”.
A Mons. Alberto TRICARICO un GRAZIE di cuore da tutti noi.

Mons Tricarico

DiSegretario

DALLA MEMORIA ALLA LEGALITA’

Auschwitz

Il Centro Studi Parlamento della Legalità arriva a Roma, nella Capitale, per riflettere insieme a tanti” amici” sul tema: “Dalla Memoria alla Legalità” nel giorno che precede il ricordo di tante vittime innocenti che gridano “perché?” dinnanzi al cospetto di Dio.

Presso la Sala del Coro dell’Auditorium di Via della Conciliazione si è svolto il convegno-incontro sulla Giornata della Memoria dal titolo “Dalla Memoria alla Legalità” che ha ripercorso  in modo diverso i tristi fatti dei campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau per suggerire la giusta via della cultura della Legalità.

Auschwitz 3

L’evento è stato organizzato dal Centro Studi Culturale “Parlamento della Legalità” e dal suo Presidente il Prof. Nicolò Mannino che da oltre vent’anni si batte nella lotta alla mafia e alle mafie. Numerosi gli ospiti intervenuti al convegno, patrocinato dalla Regione Lazio, a partire dai relatori Don Massimo Cavallo (Rettore del Collegio Studenti del Laterano), Pino Nazio (giornalista Rai e autore dei libri inchiesta “Il bambino che sognava i cavalli – 779 giorni ostaggio dei corleonesi” e “Il segreto di Emanuela Orlandi”), Michele Piacentini (editore giornalistico e autore del reportage fotografico del 2012 ad Auschwitz e Birkenau).

Tra gli ospiti presenti anche S.E. Mons. Alberto Tricarico (Nunzio Apostolico già addetto stampa della Segreteria di Stato di Sua Santità), il Prof. Vincenzo Sanasi D’Arpe (Professore Straordinario di Diritto Commerciale e Commissario Straordinario per i Grandi Gruppi in Crisi), il Dott. Massimiliano Maselli (Presidente di Sviluppo Lazio Spa) e la Dott.ssa Patrizia Carrozza (Ufficio di Gabinetto del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca).

strage di capaci

Nel corso del convegno, a conferma del percorso culturale che il Centro Studi Culturale sta svolgendo in tantissime sedi istituzionali da molti anni, il Prof. Nicolò Mannino ha consegnato gli attestati di Socio Onorario al “Parlamento della Legalità” ad alcuni degli ospiti presenti che nel tempo si sono contraddistinti proprio per le loro battaglie a favore della Legalità.

Ricordare per chiedere perdono…ricordare perché non succeda più…ricordare per comprendere cosa l’uomo è in grado di fare quando è accecato dall’odio e dall’arroganza, dalla vendetta e dal virus inguaribile dell’onnipotenza.

Far memoria per arrivare a Vivere la legalità senza prediche sterili o di circostanza.

strage di capaci Le parole di Rita Atria, la “Siciliana Ribelle” che disse NO alla mafia fa sentire ancora il suo eco: ” Se vuoi distruggere la mafia distruggi prima il mafioso che c’è dentro di te che si chiama orgoglio, cattiveria, egoismo, prepotenza e arroganza “…poiché “quando ci presenteremo dinnanzi al tribunale di Dio – ci ricorda Don Tonino Bello- renderemo conto dei nostri Silenzi”.Noi, e tantissimi con noi, ci stiamo provando, perché nessuno muoia più in modo disumano…dove i silenzi non sono mai stati d’oro.

 Parlamento della Legalità

 

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com