AL GIARDINO DEGLI ARANCI DI MONREALE IL PARLAMENTO DELLA LEGALITA' CONVOCA I SOSTENITORI PER CANTARE LA VITA SULLE NOTE DELLA SOLIDARIETA'

Una sala addobbata a festa stracolma di cittadini, giovani, personalità del mondo politico ed ecclesiale, imprenditori, Generale dell'Esercito, medici, giornalisti,  sindaci e gente semplice, agenti delle forze dell'ordine, tutti a dire il loro SI a un progetto di ricerca che ha come titolo "L'Italia è ancora un Paese bellissimo e ha  bisogno di te ".

Stiamo scrivendo e parlando del Gran Galà della Cultura e della Solidarietà che ha preso corpo con indiscusso "successo" nel prestigioso locale il Giardino degli Aranci che si affaccia sulla Conca d'Oro di Monreale offrendo ai presenti uno spettacolo mozzafiato per la bellezza del  mare di Palermo che fa perdere lo sguardo fino a scorgere tutti i piccoli paesini che raggiungono Cefalù.
Contenti, commossi e soddisfatti Helga Guardì, Salvo Sardisco e Nicolò Mannino, Vera Guardì.
Una serata arricchita sia dal Patrocinio del Presidente del Senato Pietro Grasso (Presidente Onorario del Parlamento della Legalità) che dall'arrivo della Medaglia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, pervenuta come apprezzamento e incoraggiamento al citato progetto di ricerca.
Durante la serata anche un compleanno di tutto rispetto: Gianni Luna, componente del Parlamento della Legalità, ha spento le 38 candeline del suo compleanno, certo che un momento così bello è irripetibile.
Ad animare la serata la splendida voce di Rosetta Clesi, mentre al posto d'onore stava solennemente posato un Gesù Bambino  ad indicare ai tanti intervenuti che la vita va vissuta nella pace, nella gioia, nella fraternità e nell'accoglienza.
A dare il saluto di Benvenuto  il sindaco di Monreale Pietro Capizzi con il Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Di Verde, mentre da tanti Comuni della Provincia di Palermo ci si alternava al microfoni per esprimere un pensiero di riconoscimento e di apprezzamento sia alla serata che al cammino culturale che il Parlamento della Legalità porta avanti su territorio internazionale.-
Erano in tanti arrivati dai Comuni di Termini Imerese con il sindaco Salvatore Burrafato, Palermo, Giardinello, Partinico, San Giuseppe Jato, San Cipirello, Palermo, dalla Comunità ecclesiale di Salvia, e poi tanti da Monreale.
Don Sebastiano Conticelli, Parroco della Comunità Ecclesiale Santa Silvia ha benedetto quanto si viveva in una magica atmosfera natalizia, ricevendo da Nicolò Mannino -Presidente del Parlamento della Legalità- l'attestato in pergamena che vede questa Chiesa locale divenire sede dell'Ambasciata della Fede.
Anche la preghiera ha avuto il suo posto centrale durane lo svolgimento della festa, mentre l'emozione ha portato a tutti un nodo in gola e occhi lucidi quando Nicolò Mannino ha presentato la figura di mamma Tania, moglie del carabiniere scelto Claudio Pezzuto, morto crivellato in un posto di blocco per mano della malavita e lei, donna forte e madre premurosa, ha perdonato chi ha assassinato senza pietà il marito, Medaglia d'Oro al Valor Militare.
E mentre si leggeva la lettera scritta da Tania, la gente comprendeva il senso vero del Natale: "Vivere il dono della Vita offrendo il perdono dell'amore e della misericordia di Dio a chi è nel dolore, nell'odio e nella solitudine".
 Una magica serata natalizia, un momento di fraternità dove il Parlamento della Legalità ha tirato diritto al cuore dei presenti che hanno compreso il senso di come accogliere l'autore della vita nella propria storia.
Un grazie di cuore va a Helga Guardì e Salvo Sardisco che hanno voluto che questo singolare appuntamento si svolgesse nella Città Normanna coinvolgendo tanti cittadini a credere in un presente a colori...nonostante tutto.
L'Ufficio di Presidenza

[gallery ids="1967,1965,1961,1960,1969,1962,1963,1964,1966,1968"]

L'Ambasciata dei Colori trova accoglienza e targa ricordo alla Sala Consiliare del Comune di Monreale

Un incontro culturale di alto livello perché in prima fila vi sono loro: belli, semplici, innocenti e che con la mafia non hanno nulla a che fare.
Stiamo parlando dei bambini e degli adolescenti delle scuole di Monreale, Pioppo, San Martino delle Scale, Grisì, Villaciambra, e i rappresentanti d'Istituto del Liceo Classico e Scientifico che nella città normanna sono i protagonisti indiscussi del Parlamento della Legalità interscolastico.
Presenti nella Sala consiliare tanti genitori, docenti, dirigenti scolastici che hanno saluto e applaudito la presenza del Presidente Nicolò Mannino, dell'Arcivescovo Mons. Michele Pennisi, delle Forze dell'Ordine, dei giornalisti presenti e di tanti arrivati per condividere un momento di impegno culturale contro ogni forma di violenza e di illegalità.
Contento il Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Di Verde che ha avuto parole di elogio e di adesione incondizionata al progetto di ricerca del Parlamento della Legalità , lo stesso che ha voluto mettere una targa ricordo proprio nella sala consiliare del Comune di Monreale che a vita possa richiamare quanto fatto in questa città normanna.
Insediato il Parlamento della Legalità, un singolare plauso sentito e affettuoso è stato rivolto a Salvo Sardisco per il suo costante e disinteressato impegno culturale nel collaborare con il Prof. Nicolò Mannino non solo a Monreale ma in tutta Italia nel presentare il progetto di ricerca "L'Italia è ancora un Paese bellissimo ma ha bisogno di Te".
A lui è andata una targa ricordo, ricca di colori, gratitudine e affetto, mentre a tutti i presenti è stata donata la lettera/messaggio firmata da Maria Falcone che, apprezzando e collaborando con il Parlamento della Legalità, ha incoraggiato  i ragazzi a essere "Ambasciatori " di una cultura di speranza a colori.
                                                            
L'Ufficio di Presidenza

[gallery type="slideshow" ids="1953,1954,1955"]

Dal M.I.U.R. un messaggio di incoraggiamento al Parlamento della Legalità...e a Mons. Michele PENNISI, Arcivescovo e Guida Spirituale del movimento interconfessionale e multietnico

Da anni il Ministero dell'Istruzione, dell'Universita e della Ricerca segue con attenzione e supporto  il cammino culturale del Parlamento della Legalità.
Avendo preso in esame il progetto di ricerca "L'Italia è ancora un Paese bellissimo ma ha bisogno di te", il Direttore Generale del MIUR, dott.ssa Giovanna BODA, ha indirizzato a Mons. Michele PENNISI (Arcivescovo della
Diocesi di Monreale e Guida Spirituale del Parlamento della Legalità) un messaggio di apprezzamento e di incoraggiamento per quanto si sta svolgendo nelle scuole di tutta Italia che hanno chiesto di aderire a questo cammino
culturale interculturale.
Un messaggio accolto con entusiasmo dagli studenti, dalle loro famiglie e dai docenti che a vario titolo agiscono a favore di una cultura in difesa dei grandi valori della vita proponendo dai banchi di scuola tutte quelle strategie
educative che mirano a formare una coscienza critica per una cittadinanza attiva.
Condividiamo con tutti voi questo messaggio e cooperiamo insieme.
 Nicolò Mannino
LETTERA AL MONSIGNOR PENNISI-7045-02.12.14

FESTA MULTIETNICA ALLA SALA GIALLA DELL'ARS: IL PARLAMENTO DELLA LEGALITA' AL GOVERNO PER CANTARE LA VITA E LA BELLEZZA DELLA DIVERSITA'

Da tutti i popoli perché la SICILIA è culla di bellezza, solidarietà e fratellanza. Con questa nota musicale il Parlamento della Legalità Multietnico, nato presso l'I.I.S.S: "Francesco Ferrara" di Palermo, già tenuto a battesimo dal Dirigente Scolastico Eliana Ferrara dalla sua Vice Cinzia Gullo, dalla prof. Mariella Palermo, si è visto spalancare le porte del Governo siciliano per accogliere quanti hanno a cuore la crescita e lo sviluppo del Paese (cioè l'Italia).
Promotore e ideatore il prof. Nicolò Mannino , fondatore del Parlamento della Legalità che proprio per questo evento si è visto arrivare un bellissimo messaggio dal Presidente del Senato pietro Grasso, dal Questore di Napoli Guido Marino, dal deputato itali/americana Fucsia Nissoli, da Maria Falcone, sorella del magistrato ucciso dalla mafia.
Il benvenuto è stato dato dal Presidente della Commissione Cultura e Lavoro Marcello Greco che ha avuto parole di affetto e di stima per il Parlamento della Legalità al quale da un anno ha già aderito in prima persona.
Al tavolo della presidenza con Nicolò Mannino anche il dott. Vincenzo Tumminello esponente Regionale Manager Unicredit, e gli studenti del Parlamento della Legalità Multietnico che hanno preso i mano la presidenza e lo staff che guiderà i lavori.
Presenti in sala rappresentanti d'Istituto dei licei di Monreale, di un Liceo Parificato di Partinico, del Liceo Scientifico di Alcamo (prov. trapani).
Festa , quindi, all'insegna di quella semplicità che disarma i cuori arrugginiti dalla retorica e che in casa parlamento della legalità non trova dimora.
Presente la stampa con Sandra Pizzuro del TGS e Francasco Panasci dei "I Vespri". Fotoreporter accreditato l'amico Giancarlo La Barbera ...e poi tanti cittadini anche da Giardinello guidati da Antonio De Luca , lo stesso che ha ricevuto il Premio "Il Papà dell'Anno 2014 " segno di riconoscimento controfirmato dal Presidente della commissione Marcello Greco.
Tanta gioia, tanti consigli per dire a chi pensa che si sta perdendo tempo che "nessuna notte sarà così lunga da impedire al giorno di ritornare".
L'Alba e prossima e noi ne siamo sentinelle pronti alla battaglia perché "il sangue dei giusti " non può tacere.

IMG_4565 IMG_4567 IMG_4572 IMG_4602 IMG_4623 IMG_4732

UNA SERATA TRA AMICI PER CONDIVIDERE UN IMPEGNO CULTURALE A FAVORE DELLA VITA PARTECIPA ANCHE TU

INVITO IMPORTANTE

Atmosfera di festa e aria di entusiasmo.

Il Natale bussa alle porte ma non tutti i cuori sono disposti a spalancare la porta del proprio guscio perché stanchezza delusione e solitudine hanno già serrato dentro ogni briciolo di speranza.
Ma non può essere tutto buio.
L'urlo di pura invocazione lanciato dal Profeta va ripetuto anche oggi:
"Dio...se tu squarciassi i cieli e scendessi".
LUI scende, viene, ma desidera forse trovare cuori disponibili all'accoglienza e all'ascolto di qualcosa di semplicemente vero: l'AMORE che porta all'AMORE.
Noi, Centro Studi Parlamento della Legalità ogni anno, proprio perché
crediamo fortemente in un messaggio a favore della Vita, invitiamo a
condividere un momento di fraternità, di gioia pura, di solidarietà vera,
disinteressata e che arrivi al cuore di chi attende solo un abbraccio ricco di calore.
E così, Venerdì 12 Dicembre 2014 alle ore 20,00 ci ritroveremo tutti al "Giardino degli Aranci" a Monreale... per abbracciare insieme i nostri sogni di Speranza e invocare un Natale più vero e meno retorico.
Il primo plauso a questa singolare iniziativa ci giunge dal Presidente del Senato Pietro GRASSO, nostro Presidente Onorario del Parlamento della Legalità il quale ben conosce il cammino, gli obiettivi, le finalità e i contenuti che stanno in casa "Parlamento della Legalità".
Con questa presentazione ti invitiamo a contattare, se pensi di aderire e invitare chi porti nel cuore, le due persone che trovi scritti nel biglietti d'Invito (Salvatore Sardisco e Helga Guardì) che hanno il compito di stilare l'elenco dei partecipanti.
Ti aspettiamo con grande stima e siamo certi sarà una serata stupenda e bella poiché il cuore e solo il cuore la farà da padrone.

Un fraterno abbraccio,
Nicolò Mannino
Presidente del Centro Studi Culturale "Parlamento della Legalità"

fronte gran galà 2014 interno gran galà 2014 lettera senato

 

Il Questore di Napoli, Guido Marino, scrive al Parlamento della Legalità...

Caro Nik,

dopo aver superato i confini siciliani, era ora che il Parlamento della legalità superasse quelli italiani ed europei! La dimensione transnazionale che il Parlamento della legalità va assumendo conferma , ove mai ce ne fosse bisogno che la legalità non conosce confine e prescinde da differenze culturali, etniche, linguistiche o di altro tipo.

Ne consegue che una ragazza della Costa d’Avorio troverà in una ragazza delle Isole Mauritius una sintonia perfetta sul valore delle regole; analogamente, un ragazzo di Bagheria potrà verificare una piena identità di vedute nei confronti di un ragazzo nigeriano rispetto alla consapevolezza di diritti e doveri.

Ciò dimostra ultimamente che la lotta alla mafia deve essere sempre più ispirata ad un percorso culturale e formativo che coinvolge sempre di più i giovani, cioè la spina dorsale  della società.

Complimenti ed un abbraccio forte.

     Guido Marino

 

caricaImgPerId.php

INTERVISTA ALLA STORIA. Due campioni a confronto per un messaggio di Legalità e Sport:Massimiliano Rosolino e Nicolò Mannino

LEGALITA' E' SPORT: UN BINOMIO CHE DA' VITA

Due personalità forti, due "campioni" che in campi diversi hanno incoraggiato i giovani a credere nelle loro qualità e mettersi in gioco per essere gli "atleti" del presente per un futuro più agonistico al fine di tagliare un traguardo dove legalità e sport si stringono la mano.
Stiamo parlando di Nicolò Mannino Presidente del Centro Studi Parlamento delle Legalità e Massimiliano Edgar Rosolino ,nuotatore italiano, campione olimpico a Sydney 2000 nei 200 metri misti, e 60 volte  a medaglia nelle principali manifestazioni internazionali: giochi olimpici, campionati mondiali ed europei.
Con 60 medaglie Massimiliano Rosolino risulta essere il nuotatore più medagliato della storia nelle principali manifestazioni internazionali, davanti a Michael Phelps, che si trova al terzo posto di questa speciale classifica.

Nicolò Mannino, già noto per il suo impegno culturale antimafia è autore di diverse pubblicazioni di tiratura nazionale e vincitore di tre Premi Nazionali per la Cultura, con 14  cittadinanze onorarie e cavaliere ordine al merito della Repubblica Italiana, ideatore e fondatore del Centro Studi Parlamento della Legalità , movimento culturale apartitico che è presente in diverse regioni italiane e il cui progetto di ricerca ha ottenuto il plauso da parte del Ministero della Pubblica Istruzione- Università e Ricerca.
Rosolino e Mannino si sono  già incontrati a Marilleva 1400 durante un Campus Sportivo Educativo Multidisciplinare organizzato dalla Divisione Vacanze Studio Naxas con l'Inpdap.
Ai numerosi studenti presenti è stata offerta l'opportunità di confrontarsi con i due ospiti e mentre Rosolino dava il meglio di se nel nuoto, nella piscina dell'Hotel Solaria, Nicolò Mannino per  due pomeriggi ha tenuto e
coordinato i seminari di studi sul tema "Legalità e Cittadinanza Attiva".
Prima di salutarsi i due si sono augurati un sincero "arrivederci" e Nicolò Mannino ha omaggiato il suo volume dal titolo "La Paura non è Cosa Nostra".

 

DSC04181