RIFLESSIONE 21 ANNI DOPO: Paolo è VIVO‏

Il tempo cancella tutto...ma il ricordo di chi si porta nel cuore è sempre vivo.

Si, perché nessuna notte sarà così lunga da impedire al giorno di ritornare.

C’è silenzio, dolore, buio, si parla di veleni di trattative occulte...dimenticando che "dinnanzi al tribunale degli uomini- scriveva don Tonino Bello- si rende conto delle proprie azioni, dinnanzi al tribunale di Dio (che non tarda ad arrivare) si renderà conto dei tanti silenzi".

Son passati 21 anni...e si cerca di "Non dimenticare ".

Tanti, tanti uomini hanno pagato con la vita il prezzo di una scelta di vita.

Sono morti per noi, per "gli ingiusti" e noi abbiamo un grande debito ( diceva Paolo Borsellino ricordando il 29 giungo del 92 l'amico Giovanni Falcone) e lo dobbiamo pagare Gioiosamente."

Si paghiamo questo debito con coerenza e forza, con gioia e determinazione, con spirito di servizio...cuore puro e mani pulite.

Solo così potremmo dire "Paolo è Vivo" e con lui tanti UOMINI divenuti eroi in questa terra che un giorno sarà bellissima...si bellissima senza mafia che già nel 1982 Giovanni Falcone definiva (abbiamo manoscritto) "Un'autentica vergogna nazionale".

photo

Ecco cosa diceva di Noi il giudice Caponnetto

Condividiamo la lettera che il giudice Caponnetto inviò il 15 gennaio 2001 ai giovani di Manfredonia che si accingevano a realizzare il progetto dal titolo "Cultura e Legalità" con il Centro Studi Parlamento della Legalità e col suo presidente Nicola Mannino.

Il giudice Antonino Caponnetto è stato nominato proprio quell'anno Presidente Onorario del Centro Studi Parlamento della Legalità.

Apri il seguente link:

lettera Caponnetto

giudice-CaponnettoCaponnetto - Falcone - Borsellino

Anno Accademico 2012 - 2013 : Parla Nicola Mannino, Parlano i FATTI ! ! !

 

45 pagine per sintetizzare l'impegno profuso durante questo Anno Accademico appena trascorso e per ricordare alcuni dei momenti davvero importanti, che hanno visto il nostro movimento protagonista in tutte le regioni d'Italia.

Un impegno costante che ormai da anni contraddistingue il Centro Studi Culturale Parlamento della Legalità e soprattutto il suo Presidente, Nicola Mannino.

Per scaricare la tesina

clicka qui: tesina Nicola Mannino

Legalità è Libertà

Il Presidente del Senato nominato anche Presidente Onorario del Parlamento della Legalità‏

27 giugno 2013

Il Presidente del Senato Pietro Grasso, è stato nominato Presidente Onorario del Centro Studi Parlamento della Legalità

Ospiti, nelle stanze di Palazzo Madama, Caterina Chinnici, Prof. Nicola Mannino e dieci illustri personaggi membri del Parlamento della Legalità

 

Si è svolto oggi al Senato l'incontro tra il Presidente del Parlamento della Legalità Niccolò Mannino ed il Presidente del Senato Pietro Grasso per fare il punto situazione di un anno delle attività svolte dal pool culturale antimafie.

Caterina Chinnici, figlia del magistrato Rocco Chinnici ucciso dalla mafia, ha presenziato sia in qualità di magistrato e sia in qualità di Madrina del Parlamento della Legalità per assistere alla nomina di Pietro Grasso come Presidente Onorario del Centro Studi stesso.

Pino Nazio (Giornalista RAI e autore del libro sul piccolo Giuseppe Di Matteo sciolto nell’acido dalla mafia "Il Bambino che sognava i cavalli"), Patrizia Carrozza (Ufficio di Gabinetto del Ministero Pubblica Istruzione - Università e Ricerca), Vincenzo Sanasi D'Arpe (Avvocato e Professore di Diritto Commerciale, è  tra i massimi esperti italiani  in materia di Amministrazione Straordinaria  delle grandi imprese in crisi), Vittorio Tomaselli (imprenditore), Pietro Zarra (imprenditore e Fondatore di Ass. di Vigilanza/ Tutela e Sicurezza Regione Toscana), Michele Grillo (Segr. SIULP), Michele Piacentini (Editore e Ufficio Stampa e Responsabile Relazioni Esterne dell’Ambasciata delle Filippine per il 65°Anniversario delle Relazioni Diplomatiche Filippine-Italia), Salvatore Sardisco (Polizia Penitenziaria - Provveditoratore Regionale delle Case Circondariale – Sicilia), Giuseppe Petrancosta (Imprenditore e Vice-Sindaco del Comune di Altavilla Milicia - Palermo).

Presidente del Senato 004 Mannino Chinnici e Grasso rit rid Presidente del Senato 010 rit rid Presidente del Senato 028 rit rid

Foto e testo di Michele Piacentini

Fotografando Libertà

I giovani sono attenti a un messaggio di speranza e di vita.  Credono in un presente a colori. E proprio perché fanno sul serio mettono cuore e faccia in ogni azione che sa di bellezza e di trasparenza.

Fotografiamo ciò che di luminoso  sta dentro di noi e incoraggiati dalla spontaneità e dalla semplicità dei piccoli miriamo a un unico obiettivo:

distruggere in noi tutto ciò che sa brutto per essere sentinelle di un'alba nuova a partire...dal cuore di ogni cosa.            

Fotografando maggio 2013

Il PRESIDENTE DEL SENATO ACCOGLIE IL PRESIDENTE DEL PARLAMENTO DELLA LEGALITA' A PALAZZO MADAMA : Giovedì 27 Giugno 2013

Il Presidente del Senato Pietro Grasso  ha comunicato la data nella quale accoglierà il Presidente del Centro Studi Parlamento della Legalità Nicolò Mannino a Palazzo Madama: Giovedì 27 Giugno 2013 alle ore 15.

Ad accompagnare il Presidente del Parlamento della Legalità una delegazione di dieci coordinatori regionali che in diverse regioni d'Italia collaborano con la sede nazionale nel diffondere un progetto formativo culturale che vede tanti giovani divenire protagonisti di un impegno a favore di una cittadinanza attiva.

Al Presidente del Senato Pietro Grasso sarà presentata un'ampia relazione di tutte le iniziative che dallo scorso settembre 2012 sino ad oggi sono state svolte su tutto il territorio nazionale documentando un costante impegno antimafia portato avanti grazie all'impegno di tanti uomini delle istituzioni e del mondo ecclesiale.

In queste ore si sta lavorando alla composizione della delegazione che tra gli altri vedrà la partecipazione del giornalista Rai Pino Nazio, fraterno collaboratore del Prof. Nicolò Mannino, autore del Libro "Il Bambino che sognava i cavalli" dedicato al rapimento e all'uccisione del piccolo Giuseppe Di Matteo.

Si chiude così un lungo periodo di attività culturali iniziate  con l'inaugurazione dell' Anno Accademico lo scorso 10 ottobre a Montecitorio e che si chiude a Palazzo Madama il prossimo 27 Giugno con il Presidente Pietro Grasso, già Socio Onorario del Centro Studi Parlamento della Legalità.

MONS. MICHELE PENNISI, ARCIVESCOVO DI MONREALE, SOCIO DEL PARLAMENTO DELLA LEGALITA'

Un incontro svoltosi in modo semplice, familiare e ricco di ricordi che ci hanno visto insieme nel 1996/97 incontrare diversi giovani nelle provincia catanese per evangelizzare la vita a partire dal Vangelo della Gioia.

Stiamo parlando del colloquio tra Mons. Michele Pennisi, neo Arcivescovo della Diocesi di Monreale e noi del Centro Studi Parlamento della Legalità.

Mons. Michele ci ha accolti con quella dolcezza e cordialità che lo contraddistinguono preferendo aprire un dialogo diretto senza formalismi e frasi di retorica o di circostanza.

A Lui abbiamo presentato il cammino culturale svolto in diverse città d'Italia e il progetto "Insieme Capaci di Crederci" vissuto con entusiasmo nel ricordo del sacrificio di Giovanni  Falcone e Don Pino Puglisi.

Un colloquio armonioso e fraterno ricco di buoni propositi per cooperare e collaborare insieme a favore di una pastorale giovanile efficace che parta dai banchi di scuola.

Non potevamo non ricordare gli incontri culturali vissuti insieme nel Calatino ( territorio di Caltagirone) già nel 1996 /97 parlando sia di legalità che di rifiuto a tutti i paradisi artificiali che ingannano e annientano la vita dei giovani.

Mons. Michele Pennisi era già un ottimo conoscitore del nostro movimento culturale apartitico ma di forte impronta cristiana, visto che Mons. Antonio Staglianò - Vescovo della Diocesi di Noto e Guida Spirituale del Parlamento della Legalità - gli aveva già parlato di noi e ciò che lui con noi ha vissuto a partire da San Cipirello, alla visita nel Giardino della Memoria dove è stato sciolto nell'acido il piccolo Giuseppe Di Matteo, fino alla visita lo scorso 25 sett. al Quirinale e poi la composizione della preghiera "A Maria Stella del Mattino".

Mons. Pennisi ci ha regalato degli  articoli significativi che richiamano il suo impegno per una cultura della legalità e prima di salutarci la proposta che corona l'incontro: "Ecc.za saremmo onorati d averla vicino a noi nominandola Socio Onorario del Centro Studi Parlamento della Legalità e collaboratore della Presidenza"-

La risposta non si è fatta attendere anzi è arrivata col sorriso e con sincera accoglienza e solarità: "Certo che accetto, anzi nei prossimi mesi ci troveremo insieme par coordinare un progetto culturale insieme da vivere nella diocesi di Monreale incontrando i giovani parlando loro della bellezza della Vita, dell'attualità del Vangelo e della cultura della legalità".

Consegniamo a Mons. Michele Pennisi l'attestato di nomina accompagnandolo da una carpetta colma di lettere scritte per don Pino Puglisi insieme a un'opera grafica realizzata in occasione dlela Beatificazione di Don Pino, sacerdote e martire della mafia che non si è piegato a nessun padrino terreno poiché amante della libertà e fedele all'Unico "Padre Nostro" che è presente ovunque e anche nei cieli.

Un abbraccio, un arrivederci, un saluto per saldare una stima e una collaborazione all'insegna di un comune progetto culturale che porta il giovane a scoprirsi "Sentinella di Un'alba Nuova " nella Chiesa che parla il linguaggio della Vita a partire dalle Beatitudini del Riscatto".

A Mons. Michele Pennisi tutto il nostro affetto, assicurando la nostra preghiera e la nostra collaborazione incondizionata per poter dire con la vita ciò in cu si crede e la bellezza di scorgere innanzi a noi le tracce del Risorto che non delude e non inganna.

Pennisi

Giovedi 6 Giugno: il Provveditore Regionale della Carceri della Sardegna, Gianfranco De Gesu atteso al Parlamento della Legalità

Il Provveditore Regionale della Case Circondariali della Sardegna, Gianfranco De Gesu farà tappa alla Sede Nazionale del Centro Studi Parlamento della Legalità domani Giovedì 6 giugno 2013 nel primo pomeriggio. Con lui la moglie Anna Internicola, Vice Provveditore delle Carceri della Regione Sicilia. La visita segue la lettera (allegata in basso) inviata da De Gesu il quale, dopo una attenta e accurata documentazione sulle iniziative del Parlamento della Legalità su territorio nazionale e nello specifico nel mondo carcerario, ha chiesto di dar vita a una sede di rappresentanza di questo movimento costituendo un'Ambasciata del Parlamento della Legalità anche in Sardegna visto anche il patrocinio del Ministro della Giustizia e che "madrina del Parlamento della Legalità" è il magistrato Caterina Chinnici Capo Dipartimento minorile del Ministero della Giustizia.

Ad accogliere il Provveditore il Presidente Nicolò Mannino il quale gli conferirà la nomina a Coordinatore regionale del Parlamento della Legalità della Sardegna.

"Dedicheremo il tutto - si legge nella nota della Presidenza del Parlamento della Legalità - alla memoria di Emanuele Loi la giovane poliziotta che il 19 luglio del 1992 morì con il giudice Paolo Borsellino in via D'Amelio."- Le origini di Emanuela Loi sono proprio dalla Sardegna.

La Segreteria di Presidenza

Gianfranco De Gesu - Provveditore Carceri Sardegna

Aula Bunker: con il Presidente del Senato Piero Grasso, il Ministro all'Agricoltura Nunzia Di Girolamo, Giovanna Boda Direttore Generale del Ministero Istruzione Università e Ricerca‏ e Maria Falcone

Un saluto e un arrivederci a Roma per coordinare una serie di iniziative che vedono migliaia di giovani cooperare a favore di un progetto culturale che riparte dalle qualità naturali dei "Figli della Luce", delle "Sentinelle del Mattino"che  credono in un presente a "colori" come amava ripetere il giudice Antonino Caponnetto ( primo Presidente onorario del Parlamento della Legalità).

 Un abbraccio, un "grazie di cuore " al Presidente del Senato Pietro Grasso che lo scorso 17 marzo a Roma, presso il Teatro Golden, durante una conferenza sul tema "Sicurezza e Criminalità" a Roma, ha aderito al Centro Studi Parlamento della Legalità divenendo Socio Onorario del nostro movimento,e stesso sentimento di simpatia e di gratitudine a due donne a noi molto vicine: il Ministro dell'Agricoltura Nunzia Di Girolamo e Giovanna Boda Direttore Generale del Ministero Istruzione Università e Ricerca.

Un invito a entrambi a venire a visitare la sede Nazionale del Parlamento della legalità e collaborare insieme per educare i giovani all'Ottimismo e a sentirsi "Cittadini Attivi " in un Paese che ha visto tanti suoi figli pagare con la vita un impegno a favore della Libertà e dello Sviluppo.

nelle foto qui sotto il Presidente Nicola Mannino con il Ministro dell'Agricoltura Nunzia Di Girolamo, il Presidente del Senato Piero Grasso, Fabio Fazio, Giovanna Boda

Aula Bunker - Palermo 23 Maggio 2013

con Fabio Fazio con Maria Falcone Piero Grasso Presidente del Senato - Aula Bunker 2013

A Villabate per cantare la Vita nel nome di Rocco, Giovanni, Paolo e don Pino. La mafia può cedere il passo alla Civiltà dell'Amore

"E se qualcuno fa qualcosa..."- Questo slogan del Beato  Don Pino Puglisi ha trovato casa nella Comunità Cittadina di Villabate, Comune alle porte di Palermo e a pochi chilometri da Bagheria già in passato due volte sciolto per infiltrazioni mafiose.

A Villabate si ricorda, si medita, si riflette e si agisce perché il messaggio di Rocco Chinnici, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e don Pino Puglisi trovino animi puliti pronti a ridare solarità e speranza a molti
studenti che il 23 maggio hanno prima affollato la Chiesa del Sacro Cuore dove i sacerdoti in servizio vocazionale in questo paese hanno celebrato la Santa Messa in suffragio di tutte le vittime della mafia.

 In prima fila il sindaco Francesco Cerrito, il prof. Nicolò Mannino, il comandante dei Vigili Urbani e il Comandante dei Carabinieri e poi tanti giovani, studenti, associazioni, fedeli che ai piedi dell'altare invocano "Verità e Giustizia", certi che la mafia può e deve essere debellata in nome della Civiltà dell'Amore.

Il celebrante, don Giuseppe, non teme di additare la mafia come nemica del Vangelo e chi agisce nella vendetta e nella violenza si pone automaticamente fuori la Chiesa.

A conclusione della Celebrazione Eucaristica, si snoda un corteo sino alla piazza principale del paese. Qui a prendere la parola, programma concordato con il sindaco e i sacerdoti, solo il prof. Nicolò Mannino, cittadino Onorario della Città di Villabate e Presidente del Parlamento della Legalità.

Il nostro Presidente ha richiamato il monito di Giovanni Paolo II contro la mafia lanciato nella Valle dei Templi ma ancor più ha messo in risalto le belle presenze che vi sono a Villabate: dai giovani alle famiglie semplici, da un sindaco che crede nella cultura della Legalità sino ai sacerdoti fortemente e coerentemente impegnati nell'Evangelizzazione.

A Conclusione dell'applaudito intervento del Presidente del Parlamento della Legalità, affiancato sul palco dalle forze dell'ordine, dal sindaco e dai sacerdoti di Villabate, si benedicono i quattro alberelli d'ulivo piantati in un’aiuola nel ricordo di Rocco Chinnici, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e Don Pino Puglisi.

Arriva la sera e il venticello saluta il giorno mentre tutti si ritorna a casa con la gioia nel cuore per sapersi meno soli in questa avventura culturale.

Villabate 23-05-2013

Villabate Nicola Mannino

Villabate benedizione 23 maggio 2013