Presidente: Nicolò Mannino

NICOLÒ MANNINO, Fondatore e Presidente del "Parlamento della Legalità Internazionale", è vincitore della Borsa di ricerca sul tema "La Fruizione dei beni culturali come strategia educativa per la promozione della legalità", è specializzato in Teologia Spirituale presso la Pontificia Università deii'Antonianum diRoma con tesisu "Spiritualità e Politica nella vita e nelle opere di Don Tonino Bello':
Consulente Assessorato Regionale Pubblica Istruzione e Formazione nel campo Educazionealla Legalità e Cittadinanza Attiva.

Già consulente della Commissione Regionale Antimafia A.R.S. nel governo regionale presieduto da Lombardo- ha al suo attivo più di venticinque pubblicazioni e in tre Editrice Vaticano ha curato la prefazione, con quattro Premi Nazionali per la Cultura che attestano il suo impegno socio-culturale a favore dei valoridella Vita,della Giustizia,della Pace,della Solidarietà.

Grazie ad alcuni incontriculturali svolticon il magistrato Antonino Caponnetto (coordinatore del pool antimafia al quale aderirono Falcone, Borsellino e altri giudici) ha dato vita al Parlamento della Legalità Internazionale, un movimento culturale apartitico di forte ispirazione cristiana che incoraggia i giovani del nostro Paese ad essere artefici e protagonisti della loro storia per un "futuro a colori" potenziando al massimo i talenti naturali di chi desidera mettersi in gioco per divenire "Sentinella di un'alba nuova"a favore diuna cultura di riscatto dalla violenza e dalla indifferenza.

AlParlamento della Legalità Internazionale hanno aderito:Caterina Chinnici,Elisabetta Baldi moglie del Giudice Caponnetto, il Generale di Corpo d'Armata Carmine Lopez Generale lnterregionale della Guardia di Finanza Italia Sud Occidentale, Mons. Michele Pennisi, Vescovo della Diocesi di Monreale e Guida Spirituale del Centro Studi Parlamento della Legalità e tantissimialtri.

A Nicolò Mannino sono state già conferite ben 23 CITTADINANZE ONORARIE, il2 giugno 201O in occasione della Festa della Repubblica il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano gli ha conferito il titolo di "Cavaliere Emerito della Repubblica Italiana", nell'Aprile 2011 in occasione del150° Anniversario dell'Unità d'Italia ha fatto pervenire alProf.Mannino la prestigiosa medaglia del Quirinalecon firma"// Presidente dellaRepubblica':
Il 25 Giugno 2011 è stato nominato Cavaliere diSan Giovanni in Gerusalemme,Cavaliere diMalta. 1113 Agosto gli è stato conferito il prestigioso Premio alla Cultura - Targa d'Argento "Il Castagno dei Cento Cavalli" realizzato e patrocinato dalComunediSant'Alfio in prov.diCatania.Il 25 novembre 2013 presso il Comune di Calvanico (Salerno) riceve il Premio Internazionale dedicati a due grandi Papi "Wojty/a-Roncalli" e nel mese di Dicembre il sindaco del Comune di Castronovo di Sicilia gli conferisce la Tredicesima Cittadinanza Onoraria.
Il 16 Marzo 2016 in Piazza San Pietro consegna a Papa Francesco illogo in cristallo del Parlamento della Legalità Internazionale.

Grazie, anche, alla collaborazione di diversi dirigenti scolastici il Parlamento della Legalità Internazionale ha promosso e insediato diverse Ambasciate in diverse parti d'Italia: Como, Monza,Firenze,Genova,Perugia,Roma, Napoli,Reggio Calabria,Sicilia,ultima il18 luglio del 2017 Ambasciata del Tricolore presso il 37esimo Stormo della basedell'Aeronautica Militare di Trapani Birgi.
Il 19 Luglio 2018 Ambasciata della Resilienza presso la Scuola Allievi della Polizia di Stato a Peschiera del Garda.
Il 25 Gennaio 2019 riceve dal Sen. Arnaldo Lo Muti la nomina di Collaboratore ed esperto esterno della Commissione Giustizia- Senatodella Repubblica.
Il 7 Maggio 2019 presso Villa Minieri- Nola gli viene conferito il Premio Nazionale culturale ''Leonardo Da Vinci" la forza della cultura.
La stampa lo ha battezzato "Il Professore Antimafia" e "L'amico degli Ultimi".
Nicolò Mannino è solo un docente e un Presidente di un movimento culturale che vede in prima linea tantissimi giovani a fianco di magistrati,vescovi, questori,prefetti e dirigenti scolastici, imprenditori,uomini delle Istituzioni, tanti genitori e studenti, moltissimigiovani facentiparte della "consulte giovanili", che tracciano un iter formativo per un presente ricco digiustizia,dipace edisolidarietà fra ipoveripiù poveri.

A Nicolò Mannino il merito di crederci ancora.