• A Montecitorio da tutta Italia per inaugurare l’anno accademico del parlamento della legalità internazionale

    Noi ne siamo certi: non è tutto finito. Semplici cittadini, amministratori, uomini impegnati in politica, esponenti del mondo ecclesiale, studenti, imprenditori…

  • Papa Francesco e il Parlamento della Legalità Internazionale

    A Roma, il presidente Nicolò Mannino dona a Papa Francesco il logo del Parlamento della Legalità Internazionale.

  • I colori della gioia nella sala gialla dell’ARS

    La festa della vita oltre i colori della pelle. Si alla gioia no al terrorismo. Il parlamento della legalità internazionale entra in scena con tanti…

  • Inaugurazione Presidenza Nazionale del Parlamento della Legalità Internazionale

    Monreale 22 maggio 2017 – Nel pomeriggio del 22 maggio è avvenuta l’inaugurazione a Monreale della Presidenza Nazionale del Parlamento Internazionale.

Verona abbraccia il Parlamento della Legalità Internazionale

Verona – Verona abbraccia il Parlamento della Legalità Internazionale. «“Desidero esprimere affetto, gratitudine e stima al Sindaco Federico Sboarina e all’Assessore Anticorruzione, Trasparenza, Edi Maria Neri per l’accoglienza manifestata e per la grande disponibilità nel dare voce al nostro movimento culturale che propone il rispetto dei grandi valori della vita richiamando l’esortazione di San Giovanni Paolo II e al pensiero di Paolo Borsellino raccolto nelle schede consegnatemi quel diciotto marzo millenovecentoottantanove”.

Articolo completo su gmed.it

E che sia primavera…

Palermo – E che sia primavera… «Spesso si scrive “per non dimenticare”. Ebbene sì, oggi a chiusura di un anno scolastico, freschi freschi di un Governo “fresco”, piace rispolverare queste foto scattate nella bella cattedrale di Palermo lo scorso settembre in occasione dell’anniversario del Beato Padre Pino Puglisi e ritornare per un attimo a pensare a quella espressione detta da Paolo Borsellino (giorni dopo l’uccisione dell’amico Giovanni Falcone) “Dobbiamo sostituire al puzzo del compromesso il fresco profumo di libertà”.

Articolo completo su gmed.it

La nostra missione

Il Parlamento della Legalità Internazionale è un movimento culturale, interconfessionale e interreligioso che trova le sue radici nella “sete” di Verità e Giustizia a partire dalle stragi di capaci e via D’Amelio. Nato anche per volere del giudice Antonino Caponnetto – coordinatore del pool antimafia di Palermo che succede al suo fondatore Rocco Chinnici – che da subito ne diventa “Presidente Onorario”, il Parlamento della Legalità Internazionale ha come obiettivo e finalità quello di dialogare principalmente con il mondo scuola e società civile affinché chiunque, a partire dal proprio talento naturale (letterario, artistico, musicale, sportivo, o quant’altro) si metta in gioco per cooperare allo sviluppo del territorio e insieme divenire artefici e protagonisti di un presente “a colori".

La nostra convinzione

La nostra convinzione

Lavorare per costruire una cultura della legalità nel rispetto dei principi Costituzionali, ispirata a tutte quelle persone che, a qualunque titolo, hanno operato contro le mafie e contro la criminalità organizzata.

L'impegno per i giovani

L'impegno per i giovani

Promuovere una cultura di contrasto all’indifferenza, potenziando le qualità naturali dell’individuo, con particolare riguardo ai giovani, per renderli artefici del proprio destino a favore di una cittadinanza attiva, per contrastare la mentalità mafiosa e clientelare.

Le parole del Papa

Le parole del Papa

“Andare avanti nella pulizia della propria anima, nella pulizia della città, nella pulizia della società, perché non ci sia quella puzza della corruzione”.

L'aiuto concreto

L'aiuto concreto

Istituzione di borse di studio, concorsi culturali e iniziative a favore di giovani studenti, meritevoli e bisognosi, per studi e attività aventi a tema il valore della legalità.

Attività

Attività

Attività editoriali e divulgative, attraverso qualunque canale di comunicazione che favorisca la crescita e la diffusione di una cultura e di una coscienza antimafiosa.

Iniziative

Iniziative

Organizzazione di studi, convegni, seminari, mostre, incontri, iniziative, spettacoli e ogni altra iniziativa idonea a perseguire e realizzare le finalità statutarie.

Ci vuoi salutare o desideri saperne di più?

Aiutaci a promuovere una cultura di legalità nel rispetto dei principi Costituzionali, ispirata a tutte quelle persone che, a qualunque titolo, hanno operato contro le mafie e contro la criminalità organizzata.

Contattaci

Ultime notizie

Qui troverai gli articoli del Parlamento della Legalità Internazionale, che rappresentano la nostra storia, della quale siamo fieri ed orgogliosi.

Dopo la Sicilia, nel Veneto e in Basilicata il Parlamento della legalità internazionale ricorda la strage di Via D'Amelio

Dopo la Sicilia, nel Veneto e in Basilicata il Parlamento della legalità internazionale ricorda la strage di Via D'Amelio

"A chi preme il pulsante dell'odio, a chi piazza il tritolo della vendetta, a chi non ha piu' il coraggio di guardare negli occhi i propri figlie i figli degli altri, noi ricordiamo solo l'anatema di Giovanni Paolo II: Verra' una volta il giudizio di Dio". E con questa certezza nel cuore e il coraggio di non mollare mai "Costi quel che costi " lo staff di Presidenza del Parlamento della Legalità Internazionale si appresta a ricordare il 26 esimo Anniversario della strage di via d'Amelio dove Paolo Borsellino trovo' la morte quel 19 luglio del 1992 insieme ai suoi angeli custodi Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Emanuele Loi, Claudio Traina.

Un giorno questa terra sarà bellissima

Un giorno questa terra sarà bellissima

Questa locandina comunica che il parlamento della legalità internazionale ricorderà presso il Comune di Lauria Basilicata il 26° anniversario della strage di Via D'Amelio dove persero la vita Paolo Borsellino e la sua scorta.

L'evento si terrà presso la Vinea Lauria in Largo Plebiscito (Scalinata) il 20 Luglio alle ore 18.

Papa Francesco scrive a Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco

Papa Francesco scrive a Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco "Grazie per l'entusiasmo profuso a favore delle giovani generazioni"

Sono arrivate all'indirizzo del Parlamento della Legalità Internazionale due lettere dalla Segreteria di Stato Città del Vaticano, una datata otto giugno la seconda con tanto di foto di Papa Francesco con data e firma undici giugno 2018. Grande , quindi, l'attenzione di Papa Francesco verso un movimento culturale che ha sede di presidenza a Monreale, presente già in diverse città d'Italia con un solo messaggio "Essere testimoni credibili di una cultura di vita dove spesso indifferenza e morte pensano di farla da padroni".

Ecco come distruggere l’indifferenza: basta fede, coraggio e azione

Ecco come distruggere l’indifferenza: basta fede, coraggio e azione

Monreale (PA) – Ecco come distruggere l’indifferenza: basta fede, coraggio e azione. «Don Luigi Merola ha lanciato la sua sfida che richiama solo il Vangelo e il coraggio di chi non lo tradisce. E’ un sacerdote che non te lo manda a dire, ma usa passione e zelo per levare forte la voce di chi ama il sacerdozio, e la sua chiamata non se la vende per una sterile manciata di successo effimero e che non serve per il “made in Dio”.

Articolo completo su gmed.it

Papa Francesco scrive al Parlamento della Legalità di Monreale: “Pregate per me”

Papa Francesco scrive al Parlamento della Legalità di Monreale: “Pregate per me”

E’ arrivata dalla Segreteria di Stato del Vaticano la lettera consegnata dall’Arcivescovo di Monreale Monsignor Michele Pennisi destinata a Nicola Mannino, presidente del Parlamento della Legalità internazionale, con la quale Papa Francesco chiede di pregare per lui e benedice l’operato di evangelizzazione del movimento interconfessionale e interreligioso che vede lo stesso Monsignor Pennisi esserne guida spirituale ormai da anni.

Articolo completo su monrealepress.it

In ricordo del piccolo Giuseppe Di Matteo

In ricordo del piccolo Giuseppe Di Matteo

Il presidente del Paelamento della Legalità Internazionale e Don Luigi Merola alla sala consiliare del Comune di San Giuseppe Jato e poi al giardino della memoria per portare un mazzo di fiori dove è stato sciolto nell'acido Giuseppe di Matteo. Un silenzio che grida Verità e Giustizia.... (Galleria fotografica)